Blog, il segreto per il successo? La checklist per un piano editoriale efficace

Hai appena ultimato la creazione del sito web aziendale ed ora stai pensando di realizzare un blog? A meno che tu non abbia già esperienze di blogging probabilmente non sai neppure da dove iniziare: con questo articolo proverò a fornirti le informazioni per partire con le idee chiare.

Per la creazione di un blog di successo ti occorrerà procedere con metodo: fare le cose a casaccio non porta mai a nulla di buono. Ecco perché, dopo la realizzazione del sito web, ti servirà subito un piano editoriale per blog.

Ma cos’è  un piano editoriale per blog?

piano editoriale per blog

A volte si confonde il piano editoriale con il calendario editoriale, ed erroneamente si crede che il piano editoriale riguardi soltanto la pianificazione degli articoli sul blog, ma non è così. O meglio, non è solo quello.

Il piano editoriale è la pianificazione di tutte le azioni di Marketing che riguardano il blog e i social, dopo aver identificato obiettivi e pubblico.  

In sostanza il piano editoriale dovrà definire il tipo di contenuti da lanciare sulla rete, mentre il calendario editoriale indicherà quando pubblicare un blog post o un contenuto sui social.

Avere il quadro mensile chiaro di quello che dovrai fare ti impedirà di pubblicare contenuti non interessanti e non performanti, e sarà anche utile per poter poi fare il bilancio e per analizzare i risultati. Il piano editoriale dovrà essere la tua guida quotidiana, quello che ti indicherà come  e quando essere presente online.

Ma ci sono due passaggi importanti da fare a monte. Vediamoli.

Primo passaggio: definisci gli obiettivi

Innanzitutto hai un’operazione fondamentale da fare, forse il passaggio più complesso perché richiede l’analisi delle proprie idee per dargli un peso e una direzione: devi definire l’obiettivo del tuo blog.

Perché vuoi dar vita a un blog aziendale? Non perché fa figo, giusto?

I motivi che possono spingerti alla realizzazione del sito web e alla creazione di un blog di successo (o quanto meno, così ci auspichiamo che diventi!) possono essere tanti, ma generalmente si decide di aprire un blog aziendale per raggiungere questi obiettivi:

  • Lead generation: il blog ha l’obiettivo di generare una lista di possibili clienti interessati ai prodotti o ai servizi offerti dalla tua azienda. Alla strategia del content marketing vanno comunque aggiunte altre componenti, come il social media marketing, l’e-mail marketing, l’advertising, ecc…
  • Brand awareness: il blog ha l’obiettivo di aumentare o generare notorietà e consapevolezza intorno al nome della tua azienda. Attraverso dei contenuti validi e utili agli utenti, l’identità della tua azienda si fisserà sulla mente del tuo pubblico, così da diventare riconoscibile e “famosa”.
  • Aumentare la propria autorevolezza: il blog ha l’obiettivo di far acquisire alla tua azienda credibilità, autorevolezza. Attraverso articoli tecnici, chiari, semplici ed esaustivi, darai dimostrazione al tuo pubblico di riferimento di essere competente nel tuo settore.
  • Tutti e tre i precedenti: niente ci vieta di concorrere al raggiungimento di tutti gli obiettivi appena menzionati.

Secondo passaggio: definisci il tuo target di riferimento

Dopo che avrai le idee chiare sul tipo di contenuti che ospiterà il tuo blog, dovrai identificare il tuo pubblico di riferimento. A chi parlerai? Per aiutarti in questo senso dovresti “dar vita” alle tue marketing personas. Di cosa sto parlando? Ardath Albee, del Content Marketing Institute, ha dato questa definizione:

Una marketing personas è uno schizzo rappresentativo di un segmento del tuo pubblico. Per produrre contenuti, ti serve sapere a chi indirizzarli. Ecco quindi che le marketing personas sono profili ideali di clienti che ti aiutino a produrre e veicolare contenuti rilevanti e utili.

Quindi dovrai letteralmente creare delle identità, con nome, età, professione, dettagli sul ruolo che ricopre, obiettivi, sfide, aspettative, bisogni. Una volta che avrai sviluppato questi personaggi dovrai immaginare di rivolgere a loro i tuoi testi.

Ecco un esempio di marketing personas:

A questo punto sei pronto per stilare il tuo piano editoriale per blog

1. Individua le parole chiave e trova idee per i tuoi articoli grazie ai tools gratuiti

Dopo aver individuato i tuoi obiettivi e le persone alle quali rivolgerti sei pronto per passare all’azione.

È il momento di decidere che tipo di contenuti pubblicare, e di definire le keywords principali in base al tuo settore. Esistono degli strumenti gratuiti per effettuare le tue ricerche di keywords. Ti consigliamo di partire dal tool gratuito di Google, Google AdWords Keyword Tool, che ti consente di effettuare delle ricerche per parole chiave che puoi poi filtrare per lingua e per località.

Ad esempio, nella schermata qui sotto, puoi vedere che digitando la query seo web marketing il tool propone una serie suggerimenti con parole chiave combinate. Per ogni parola è anche riportato il valore di concorrenza e il volume delle ricerche mensili.

Un altro strumento simile è www.keywordtool.io.

Un esempio di piano editoriale dal quale partire potrebbe essere il seguente:

  1. Come fare: ti spiego come fare qualcosa
  1. Checklist: una checklist per fare una determinata cosa
  • Case history: ti racconto un caso studio
  • Idee e ispirazioni
  • Testimonianze ed interviste: influencer e personaggi del settore
  • Domande e risposte: lista di domande e risposte ai casi tipici
  • Errori tipici
  • Rispondere a un’obiezione
  • Rivelare un trucco/soluzione

2. Definisci una frequenza / cadenza

Adesso il nostro piano editoriale è chiaro: sappiamo a chi rivolgerci, con che obiettivi scrivere e di che argomentazioni. Non ci resta che dedicarci al vero e proprio calendario editoriale, che scandirà e dilazionerà nel tempo le nostre pubblicazioni, con criterio. Dovrai bilanciare i contenuti e alternarli: non fare uscire mai consecutivamente due articoli con lo stesso tema, cerca di variare.

Dovrai quindi decidere la frequenza di pubblicazione, e attenerti a quella con scrupolo: questo è un buon modo per “abituare” il pubblico ma anche Google, che registrerà ogni quanto tempo pubblichi un contenuto e, con buone probabilità, dopo qualche tempo passerà a fare visita al tuo blog (per aggiornare i suoi dati) con la stessa frequenza.

Questo è un esempio di calendario editoriale, realizzato su un comune foglio Excel:

calendario editoriale per blog di successo

Conclusioni

Riassumendo, per stilare un piano editoriale efficace dovrai:

  • Identificare gli obiettivi del tuo blog
  • Identificare le marketing personas
  • Individuare gli argomenti da trattare e le parole chiave del tuo settore
  • Realizzare il calendario editoriale

Spero che questo articolo ti sia stato utile per capire come creare un blog di successo: mi aspetto di leggere tanti bei nuovi blog!

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Marco Zucca
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.