Brand Mention: 9 tool per il monitoraggio del tuo Brand sul web e sui social

Brand Mention Monitoring

Far conoscere e far crescere un brand online è strategico oggi per ogni azienda. Oltre alla giusta strategia, costanza nel tempo e contenuti di qualità possono fare miracoli. Tuttavia, raggiunta la visibilità, inizia la parte più difficile. Il Brand è un asset che può essere molto fragile al giorno d’oggi: recensioni, commenti, social, articoli possono andare ad intaccare velocemente la fiducia degli utenti.
Monitorare quindi come viene usato e nominato il proprio Brand è fondamentale per tutte le Aziende.
Online esistono tanti strumenti per valutare la brand mention per sapere cosa pensano i clienti e prendere i giusti spunti per aumentare i propri fatturati aziendali. Vuoi sapere quali sono? Non ti resta che leggere questo articolo! 😉

Per coloro che fanno digital PR, per coloro che vogliono monitorare le menzioni del proprio brand o controllare l’operato online dei propri competitor, oggi più che mai, vedere chi cita e come cita un brand è di vitale importanza.

Apparentemente monitorare le menzioni di un brand online potrebbe sembrare difficile e con un dispendio di tempo infinito.

Fino a dieci anni fa una delle poche soluzioni gratuite per essere avvertiti quando si veniva menzionati era quello di utilizzare uno strumento gratuito di Google chiamato Google Alert che ancora oggi permette, una volta inseriti la chiave di ricerca o il brand nel box, di essere avvertiti per email delle citazioni fatte in internet. 

Oggi grazie alle digital PR, al Branded content, alle strategie di Brand Awareness e alla Brand Identity, sono usciti sul mercato decine e decine di tool che permettono, sia in modo gratuito che a pagamento, di tenere sotto controllo tutti coloro che citano un marchio in internet. Con questi strumenti monitorare la reputazione del brand online è semplice ed efficace. 

Che cos’è la Brand Mention

La brand mention è ancora oggi uno dei più importanti fattori nel digital marketing, non solo perché ricopre un ruolo importante per la SEO, ma anche perché sta ridefinendo i modi in cui Google e tutti gli altri motori di ricerca misurano la brand authority.

La prima domanda nasce spontanea: che cos’è la brand mention?

La brand mention è quella azione in cui un brand o un’impresa viene menzionato online sotto forma di post sui social media, blog di siti web, articoli o altri contenuti. Queste citazioni del brand vengono generalmente pubblicate nel contesto di recensioni, reclami, feedback di clienti soddisfatti e post  e vanno a costituisce un ampio segmento del monitoraggio dei social media e dell’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca.

La seconda domanda che dobbiamo farci è: sai davvero cosa pensano e dicono i tuoi Clienti della tua Azienda e del tuo Brand in tempo reale? Sai come il mercato valuta il tuo brand? Quando si tratta del proprio brand, del proprio lavoro e della fatica fatta per farlo conoscere, chiunque vorrebbe certamente sapere cosa ne pensano le altre persone, indipendentemente dal fatto che siano buone o cattive.

Anche perché una recensione o un feedback cattivo, se non accuratamente lavorato, potrebbe nel tempo penalizzare anni ed anni di duro lavoro.

Gli strumenti usare per monitorare le menzioni del tuo Brand online

Ad inizio articolo abbiamo citato Google Alert come uno dei tool gratuiti che permettono di monitorare un brand in internet e con esso oggi ne vedremo molti altri, sia nelle versioni free che a pagamento, generici e specializzati in singoli settori, tool che si possono usare per controllare ciò che succede nei social network e in tutto il web.

Google Alert

Google Alert Mention

Chi come noi di Neting ha iniziato a lavorare nel mondo dell’internet alla fine degli anni novanta sa perfettamente che Google Alert è stato uno dei primi strumenti per monitorare la copertura online utilizzato per le PR online. Anche se non sempre riesce a trova tutte le menzioni o citazioni, come vantaggi ha certamente quello di essere gratuito e che può essere impostato in meno di 5 minuti. Una volta inserita la chiave di ricerca nel box si riceverà una e-mail solo quando trova qualcosa (il ricevimento della e-mail lo possiamo impostare una volta al giorno a un’ora specificata o lasciare le impostazioni di base). Inoltre possiamo impostare la lingua di ricerca, le fonti che vogliamo monitorare e geolocalizzare le ricerche per aree geografiche.

Mention

Mention Brand Monitoring

Mention è un tool completo che permette di monitorare le menzioni di una determinata Keyword o brand in tutto il web, social Network inclusi. Oltre a questo, collegando Mention ai tuoi account social, potrai anche rispondere e condividere contenuti direttamente dalla piattaforma stessa.

Mention prevede un piano free, che permette di configurare un alert e collegare fino a 3 account social, e piani mensili che vanno da un minimo di 25$ a oltre 450$/mese.

Google search

Google Web Search Brand Monitoring

Qualche volta può valere la pena di tornare al buon vecchio Google, perché la semplice ricerca per parole è sempre una strada piuttosto potente che vale la pena seguire. Tuttavia, con i miliardi di risultati che Google gestisce, potrebbe sembrare impossibile trovare la propria copertura. Quindi è utile passare alla ricerca booleana per utilizzare alcuni trucchi sull’utilizzo di Google per trovare le mentioni del proprio brand.

Ad esempio se utilizziamo questa ricerca “Neting” -site:https://www.neting.it siamo andati a filtrare filtrando solo le menzioni esatte di “Neting”, andando però ad escludere tutti i contenuti presenti sul sito web della nostra agenzia Neting.it  proprio per evitare che Google mostrasse i nuovi aggiornamenti di contenuto in questo sito. 

Qui puoi vedere i risultati

Talkwalker

Talkwalker Alert Brand Mention

Talkwalker Alerts è un altro servizio che si appoggia su Google, ma a volte trova anche cose uniche, e proprio come fa Google anche qui è possibile impostare nomi, frasi e parole chiave da scansionare. anche se la maggior parte delle volte duplica i risultati di Google Alert è anche vero che qualche volta invia menzioni che Google non registra.

Buzzsumo

Buzzsumo Brand Monitorin

Anche se Buzzsumo nasce per capire quanto siano interessanti i contenuti pubblicati è anche vero che può essere utilizzato per monitorare la copertura e determinate citazioni. Infatti è possibile tracciare mention e citazioni impostando un avviso per il brand. Interessante è la possibilità di condividere e amplificare la copertura dall’app e vedere quale parte della copertura è più condivisa o ha avuto più engagement.

Come tracciare le menzioni sui social network

Se è vero che Google Alert a volte registra una menzione su Twitter, è altrettanto vero che la maggior parte delle volte bisogna ricorrere a specifici tool che tracciano le menzioni sui social network.

Sappiamo bene della difficoltà di estrapolare dati da Facebook poiché la maggior parte del suo contenuto è accessibile solo agli “amici”, e quindi qualsiasi monitoraggio fatto sul social è sempre e solo limitato a quelle persone che pubblicano post visibili a tutti o rientrano nell’ambito dell’elenco di amici dell’account che stiamo monitorando.

Oltre al già citato Mention, esistono anche tool specifici per i Social Media.

Hootsuite

Hootsuite Brand Monitoring Social

Hootsuite è da sempre il gotha dei programmi per il monitoraggio delle mentioni sui social media. Nella versione gratuita permette di monitorare fino a tre profili social, come l’account Twitter, il profilo Facebook (o pagina), l’account Instagram o quello di YouTube.

eClincher

E Clincher Brand Mention Social

eClincher può essere testato in modalità gratuita solo per 14 giorni dopo di che bisognerà acquistare il servizio.

Zoho Social

Zoho Social Brand Mention

Zoho Social è un servizio di tracciamento delle mention utilizzabile esclusivamente per monitorare una pagina Facebook, ma non riesce nè a analizzare i profili Facebook nè a monitorare i post di YouTube.

Zoho Social può essere utilizzato in modalità gratuita solo per un brand.

Friends + Me

Friends Me Brand Monitoring Social

Friends + Me è probabilmente il meno conosciuto anche se molto utilizzato in ambito giornalistico, molto probabilmente perché fino ad inizio 2019 era integrato con Google+. Ha una prova gratuita di 15 giorni.

Conclusioni

I Brand non sono nient’altro che il modo in cui un consumatore percepisce un’azienda: la percezione del Brand può influenzare vendite e fatturati e può determinare il successo di una Azienda o il suo fallimento.

Costruire un marchio forte può infatti aiutare l’azienda a distinguersi dalla concorrenza e accrescere la fidelizzazione dei consumatori, così come attrarre più clienti.

Ecco perché, oggi più che mai, bisogna monitorare un brand e l’utilizzo di tool online per la Brand Mention sono un valido aiuto per controllare cosa dicono di noi in internet. 

Ogni strategia di Brand Awareness deve essere supportata dai giusti strumenti di monitoraggio. Speriamo che gli strumenti indicati in questo articoli vi aiutino a lavorare meglio sulla vostra presenza online.Infine un ultimo consiglio: il vostro Brand è il vostro asset più importante. Se volete migliorare la vostra presenza online e la vostra Brand Awareness il consiglio migliore che possiamo darvi è di rivolgervi a professionisti del digital marketing.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbe Interessarti

Antonio Papini
Antonio Papini giornalista e blogger dal 2005 si occupa di seo, marketing e consulenza aziendale principalmente rivolto alla PMI utilizzando le tecniche di growth hacking per velocizzare i processi di crescita basati sulla comunicazione.
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.