Webmarketing Sviluppo Web e Web Design

Come Creare un Sito Web Gratis: Confronto tra le 3 Piattaforme Gratuite più Popolari

come-creare-sito-web-gratis-confronto-tra-3-piattaforme-gratuite-piu-popolari

Creazione sito web, ma quanto mi costi? Per chi bazzica nel mondo della programmazione e dello sviluppo web la notizia è vecchia quanto il mondo, ma per i non addetti ai lavori sarà bello scoprire che esistono delle validissime piattaforme per creare siti web che sono semplici da usare ma, soprattutto, gratuite.

E se ti dicessi che esistono dei CMS che, non solo sono gratuiti, ma così intuitivi da non richiedere neppure una riga di codice?

La realizzazione di un sito web gratuito con le piattaforme open source è la scelta migliore per chi non vuole, né sa, barcamenarsi tra stringhe di codice incomprensibili e complesse, che spesso richiedono figure altamente specializzate. Una volta i siti internet si sviluppavano così, da zero, stringa dopo stringa, codice dopo codice.

Certo, lo sviluppo del sito web può essere complesso anche se si utilizzano le piattaforme gratuite open source, perché occorre comprendere a monte quali siano le esigenze e di conseguenza le soluzioni migliori.

Per creare un sito web professionale dobbiamo quindi individuare non quale possa essere la migliore piattaforma per creare un sito web, ma quale sia la migliore piattaforma per creare il nostro sito web. Su questo articolo confronteremo Wordpress, Joomla e Drupal, che sono in assoluto le più utilizzate piattaforme* per creare un sito internet da soli e gratuitamente. 

Come Creare un Sito Web Gratis? Le migliori Piattaforme per la Creazione di Siti Web: Wordpress, Joomla e Drupal

Innanzitutto chiariamo cosa significhi CMS:

I CMS sono piattaforme utili a creare e gestire i siti internet: di fatto hanno rivoluzionato il mondo del web marketing, rendendolo accessibile anche ai non esperti di codice e programmazione.

Sebbene i più conosciuti siano Wordpress, Joomla e Drupal, i CMS esistenti in realtà sono migliaia. Questi tre sono però i più famosi, costantemente in competizione: si fanno la guerra a suon di update, plug-in ed estensioni!

Forse non esiste una risposta univoca alla domanda “Qual è il CMS migliore?” perché, come dicevamo prima, una piattaforma può essere migliore di un’altra a seconda delle situazioni. Adesso ti presenterò le caratteristiche di ognuno, i limiti e i vantaggi, così che tu possa fare le tue considerazioni

CMS migliore tra cui scegliere

1- Wordpress: semplice e intuitivo

Wordpress è il CMS più utilizzato in assoluto, sicuramente complice il fatto che vanti di una community vastissima composta da gente che si mette in gioco e sperimenta, sempre disposta ad aiutare. In questo modo la gestione di eventuali problemi risulta molto più semplice.

Il punto di forza di Wordpress è certamente la sua semplicità di utilizzo, in quanto non occorre alcuna competenza specifica né per l’installazione né per la configurazione basilare. Ovviamente più l’utente che si approccia a Wordpress ha competenze tecniche e più sarà in grado di personalizzare il CMS.

Un'altra caratteristica vincente di Wordpress è il disporre di molti più plugin, componenti aggiuntivi e template della concorrenza (come potrai vedere sull’infografica in fondo all’articolo).

Il limite però di Wordpress risiede nel livello di sicurezza: la piattaforma è così popolare e utilizzata che viene costantemente analizzata e setacciata dai malintenzionati,  che cercano di individuare falle e vie d’accesso per far danni. Anche se va detto che gli sviluppatori non abbassano mai la guardia e rilasciano aggiornamenti molto frequentemente, per cui Wordpress si rivela un sistema stabile e robusto, anche se non ai livelli di Drupal.

Piattaforme gratuite CMS

2- Joomla: giovane e versatile

Joomla è stato rilasciato nel 2005, e quindi è il più giovane tra i tre. È secondo solo a Wordpress in termini di popolarità, e dispone di circa 6000 template e di moltissimi plugin, utili sia alla personalizzazione che alla funzionalità.

Può essere considerato la via di mezzo tra Wordpress e Drupal: semplice e intuitivo quanto basta, sicuro e robusto quanto basta, e non richiede le competenze tecniche che invece richiede Drupal. Un giusto compromesso tra i due, insomma.

Come Wordpress, Joomla è di facile installazione e configurazione, e permette anche la soddisfacente gestione di un piccolo eshop.

Vanta di una grande community di assistenza, fruibile a chiunque abbia bisogno di supporto tecnico.  Da gestire è molto semplice, quasi quanto Wordpress, soltanto che la presenza di moltissimi file nell’installazione potrebbe richiedere delle piccole conoscenze di codice php.

piattaforme CMS open source

3- Drupal: robusto e stabile

Infine parliamo di Drupal, che sale sul terzo gradino del podio della popolarità. Di certo è il più robusto e stabile dei tre, e non a caso viene scelto spesso da siti istituzionali e di grossa portata, come il website della Casa Bianca e quello del Governo Inglese. Ma tanta è la sua robustezza e la possibilità di personalizzazione quanto lo è la difficoltà di gestione.

I punti di forza di Drupal sono senz’altro la stabilità e la sicurezza: è il CMS che più si presta a progetti importanti, che magari prevedono l’upload di  grandi file multimediali e la partecipazione in back end di un numero importante di collaboratori.

Drupal riesce a gestire, senza andare in crash, una grande mole di dati e di traffico utenti, ovviamente solo se ad appoggiarlo c’è anche un buon servizio di hosting. 

Le prestazioni di Drupal non hanno eguali anche in termini di velocità: le pagine di Drupal caricano in modo più rapido e hanno tempi di risposta migliori dei siti realizzati con WordPress o Joomla, forse anche per la difficoltà di caricare plugin, che riducono le prestazioni di un sito.

Il limite più grande ovviamente sta nelle competenze tecniche che richiede la sua gestione: chi lavora sul sito deve avere quanto meno una conoscenza di base di HTML , PHP e altri comuni linguaggi di programmazione web, oppure deve pagare qualcuno che se ne occupi al suo posto. Fatto sta che, a seconda del progetto che abbiamo in mente, Dropal è la scelta ideale.

Piattaforme CMS Gratuite

Conclusioni

Facciamo una rapida panoramica dei tre CMS:

WordPress  è la scelta migliore per i principianti: è il più semplice da utilizzare e personalizzare, ed è perfetto per siti web di piccole e medie dimensioni, blog e piccoli e-commerce. Non richiede competenze di programmazione e ha il back end più intuitivo.

Joomla  si rivela il miglior CMS per i siti web, gli  e-commerce o i social network di grandi dimensioni, ma richiede delle competenze tecniche più avanzate di Wordpress. È ideale per i siti che richiedono l’integrazione di contenuti multimediali e l’aggiornamento frequente di news.

Drupal  è sicuramente il CMS più complesso da utilizzare, ma anche il più potente e sicuro. Richiede dimestichezza con i codici HTML, CSS e PHP, ma è perfetto nel caso in cui si voglia mettere su un grosso progetto che prevede grandi quantità di dati ed utenti.

Ecco un’infografica che mette a confronto i tre CMS 

confronto migliore piattaforma CMS Open Source

A questo punto sicuramente saprai quale CMS scegliere tra le piattaforme gratuite disponibili per la creazione del tuo sito web, tenendo conto dei tuoi bisogni e delle peculiarità del sito che hai in mente. O almeno è quello che mi auspico: averti chiarito le idee con una guida semplice e completa!

Attualmente stagista presso neting.it - Appassionato di scrittura per il web, in particolare in ambito SEO e web marketing. Tennis e musica Punk Rock e Metal nel tempo libero.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.