Google Tag Manager e Analytics, differenze e vantaggi dei due strumenti

Chi lavora nel web marketing sa bene quanto è importante monitorare le visite di un sito web. Sono infatti il primo parametro da tenere in considerazione se si vuole capire quali contenuti il target apprezza di più e qual è il tasso di conversione.

Google Tag Manager e Analytics sono due strumenti profondamente diversi e l’uno non sostituisce l’altro. Entrambi però possono aiutarti a monitorare il traffico e migliorare il tuo lavoro.

Google Tag Manager non ti offre invece le analisi statistiche ma ti permette di implementare il codice di Analytics velocemente, senza doverci mettere mano ogni volta che vuoi fare una modifica. Lo inserisci una volta e ti funziona come se fosse un contenitore per tutti gli altri che vuoi inserire. Lo fai attraverso i tag di marketing. Cosa significa? Che lo puoi usare non solo per collegare il sito ad Analytics ma anche per implementare il Pixel di Facebook e il codice di Google Ads senza necessariamente il supporto di un programmatore.

Differenze tra Google Tag Manager e Google Analytics

Per ricapitolare quelle che sono le differenze tra Google Analytics e il GTM:

  • GTM non sostituisce Analytics perché non è uno strumento di web analisi ma serve per la gestione dei tag, anche di altre piattaforme (come Facebook per esempio)
  • Analytics può essere implementato sul tuo sito web senza l’uso di Google Tag Manager. Quest’ultimo però come hai visto ti semplifica un po’ la vita
  • Con Google Analytics puoi configurare gli obiettivi. Con GTM no.

Devi sapere che ormai quando crei una nuova proprietà su Analytics è la piattaforma stessa a offrirti come soluzione principale per l’inserimento del codice Google Tag Manager. Se sei abituato alla vecchia versione può risultare un po’ strano ma in realtà è tutto molto semplice e intuitivo e una volta che hai capito come funziona puoi gestire tanti altri Tag.

Vantaggi di Google Tag Manager

Pensi di poter fare a meno di Google Tag Manager? L’ho pensato anch’io per un po’. I vantaggi però sono troppi per ignorare questo strumento che Big G mette a disposizione di tutti noi. Vediamo come puoi sfruttarlo a tuo vantaggio.

1. Semplice da utilizzare

È uno strumento intuitivo e, dopo un primo momento per abituarsi a lui, ti permette di creare e modificare tag in totale tranquillità. Utile soprattutto se non hai molta dimestichezza con i codici del tuo blog, è vero. Sono gli stessi programmatori però a utilizzarlo perché permette di risparmiare davvero un sacco di tempo.

2. Puoi tenere tutto sotto controllo

Puoi installare i tag velocemente e tenere sotto controllo il loro funzionamento con la stessa facilità. Hai la visione completa dei tag perché sono inseriti tutti nella stessa pagina. Esiste la funzione di anteprima che ti aiuta a capire, prima ancora di rendere attivo uno specifico tag, se hai impostato tutto correttamente. In questo modo puoi intervenire in caso di errori senza compromettere i dati di analisi e senza far pasticci sul codice del tuo sito.

3. Puoi rimuovere e modificare i tag in pochi click

Hai la visione completa dei tag e questo ti permette di apportare le modifiche che ritieni necessarie quando vuoi. Puoi rimuoverli con la stessa facilità, senza il rischio di dimenticarti di loro.

4. Ti aiuta a rispettare gli obblighi di legge

Dall’anonimizzazione di Google Analytics fino ad arrivare alla gestione dei cookie che il tuo sito rilascia e che tu devi dichiarare. Puoi usare GTM per rispettare la Cookie Law e permettere agli utenti di essere pi consapevoli di come i loro dati vengono usati.

5. Piattaforma multi-accesso

Google Tag Manager e Google Analytics annoverano tra i loro vantaggi quello di essere entrambe delle piattaforme multi-accesso. Se tu sei il proprietario, in GTM, puoi permettere a persone diverse di accedere alla piattaforma così che possano aggiungere gli script necessari. Sei tu a decidere qual è il loro livello di potere. Possono accedere in sola lettura, puoi permettere di fare modifiche, di pubblicare o di inserire script da lasciare in approvazione.

Vantaggi di Google Analytics

vantaggi di Google Analytics sono tantissimi. È la piattaforma di web analisi più apprezzata e usata per il grande numero di azioni che ti permette di intraprendere. Se lo usi combinato a Google Tag Manager non devi più nemmeno preoccuparti di dover metter mano al codice e di rivolgerti a un programmatore per le modifiche pi importanti.

Non sto a elencare tutti gli eccellenti motivi per iniziare subito a utilizzare Google Analytics. Ti parlo però dei più importanti, quelli ai quali nessun web master deve rinunciare.

1. Monitori il traffico

Sai quanti utenti unici al giorno visitano il sito, qual è il tempo di permanenza medio su ogni pagina e quali sono i post che piacciono di più al tuo target. Puoi vedere quante persone sono sul tuo sito in tempo reale e monitorare cosa fanno. È il primo motivo per cui tutti installano Analytics e se non lo hai ancora fatto, ti consiglio di rimediare subito.

Se decidi di usarlo per il remarketing puoi accedere a una serie di informazioni davvero preziose per le tue campagne pubblicitarie. Ti aiuta a migliorare il rendimento e diminuire il denaro dell’investimento. Ricordati in questo caso che i cookie Analytics vengono trattati a tutti gli effetti come cookie di profilazione di terze parti.

2. È gratuito e automatico

Google Analytics è gratuito e grazie a Google Tag Manager lo installi in pochi minuti e senza dover scrivere una riga di codice sul sito. A questo punto Google inizia subito a raccogliere i dati e tu, nel giro di 24 ore, puoi accedervi e monitorarli.

3. Puoi integrarlo con alti strumenti di Google

Il classico è il GTM ma puoi decidere di collegarlo a Google Ads e Google Search Console, quest’ultimo un altro strumento formidabile che ti aiuta a gestire il sito all’interno del motore di ricerca.

4. Puoi contare su un supporto eccellente

Online trovi non solo la documentazione ufficiale di Google su Analytics. Trovi anche una serie di articoli informativi e tutorial dettagliati che ti aiutano a usarlo per bene. Un vantaggio decisivo rispetto ad altri tool di analisi.

Conclusioni

Google Tag Manager e Analytics hanno tante differenze e ancor più vantaggi. Non si tratta di scegliere quale usare ma di come lavorare con entrambi in modo da ridurre al minimo la gestione del codice sorgente del sito e poter effettuare le modifiche tecniche senza che le statistiche ne risentano.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Claudia Lemmi
Web writer per piccoli business. Mi occupo di scrivere articoli e sales page per blog aziendali. Curo la comunicazione online delle imprese e appena posso preparo lo zaino e giro l’Europa!
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.