Guida a Bing Ads con aneddoti e consigli utili per Principianti

Stai avviando un business per raggiungere più persone possibili nel mercato target giusto?

Questo vuole dire che dovrai essere in grado di esplorare una varietà di canali di mercato.

Uno di questi canali è Bing Ads.

Bing spesso viene visto con sospetto e disprezzo come “l’altro motore di ricerca”. Questo, tuttavia, non significa che non abbia utenti. Attualmente, Bing copre circa il 7% dell’intero mercato dei motori di ricerca in Italia, inclusi il 20% del mercato di ricerca USA su desktop. E’ una percentuale elevata di mercato che stai buttando via se lo ignori.

La buona notizia è che non sei costretto ad ignorarlo. Bing offre il suo proprio servizio di Pubblicità PPC che è simile a quello di Google Adwords.

Qui sotto potete trovare una guida per principianti che stanno iniziando a prendere la mano con le Campagne PPC e che riporta cosa è utile sapere per sviluppare annunci pubblicitari sul Network di Bing.

Iniziare è semplice: crea un account

Prima di iniziare a lavorare sugli annunci di Bing, devi creare un account. Fortunatamente, è semplice da fare. Vai su Bing Ads e clicca il bottone del ”Crea un account”. Inizierai il processo di creazione dell’account che è molto familiare.

Una volta fatto, Bing ti offre un grande regalo.

No, non sono annunci gratis.

E’ l’opportunità di importare tutte le tue campagne da Google Adwords. In questo caso, non devi ricreare da zero le campagne che hanno avuto buone performance su Adwords ma solo importarle.

Se invece sei completamente nuovo al mondo del PPC, dovrai creare una campagna da zero. Non ti preoccupare, è facile e non richiede troppo tempo.

Performa la ricerca delle keyword da inserire nella campagna 

Le grandi campagne PPC sono simili a grandi campagne SEO ossia dei veri e propri driver di parole chiave.

Pensa a come gli utenti cercano le loro informazioni online. Inseriscono parole chiave in un motore di ricerca e poi vedono il risultato.

Tu vorrai pubblicizzare a coloro che cercano keyword rilevanti per la tua nicchia. Quindi, per esempio, se stai vendendo “realizzazione sito web a Bologna, vorrai pubblicizzare, per esempio, a coloro che cercano “creazione siti web Bologna” oppure “realizzazione sito a Bologna” In questo modo, promuoverai il tuo brand a persone che sono intente a fare l’acquisto di un certo prodotto/servizio.

Lo strumento di ricerca delle parole chiave su Bing Ads

Circa come Adwords, Bing offre il suo proprio keyword research tool. Appena fai il log in su Bing Ads, puoi accedere cliccando su “Keyword Research” sotto il menu “Strumenti” nella parte superiore. Sullo schermo che appare, puoi ottenere una parola chiave iniziale rilevante per la tua nicchia. Ricorda, utilizza una parola chiave strategica per il tuo business, che porti intenti di tipo commerciale. Hai le opzioni per definire il tuo audience selezionando “opzioni di targeting avanzato”. Puoi selezionare opzioni come la lingua degli utenti, il paese/regione e il tipo di dispositivo. Come regola generale, inizia definendo il tuo audience il prima possibile.

Questo proteggerà il tuo denaro dai click delle persone che non sono interessate a quello che stai offrendo. Bing Ads ti fornisce la possibilità di trovare le keywords inserendo solo la URL di un sito. Se segui questa strada, inserisci solamente la tua URL della tua Landing Page e Bing riunirà le keywords rilevanti da quella pagina.

Dal momento in cui inserisci i tuoi criteri di ricerca, Bing Ads ti mostrerà tutte le possibili keywords trovate e si vedrà quante volte ogni keyword è stata ricercata nell’ultimo mese, il numero di click che ha ricevuto, il CTR e il CPC.

Tutte le informazioni sono importanti ma l’ultima metrica, il CPC medio, è fondamentale poiché ti mostra quanto puoi aspettarti di pagare ogni volta che qualcuno clicca su uno dei tuoi annunci.

E ricorda: il targeting ristretto è il migliore. Potresti trovare una parola chiave nella tua lista che ha ottenuto 30000 ricerche nell’ultimo mese, ma non significa che sia la migliore per il tuo brand, è possibile che una parola chiave con solo 1000 ricerche nell’ultimo mese ti darà più click e un ROI nettamente migliore.

Bing Ads Intelligence

Oltre allo strumento per la ricerca delle keyword, Bing ti offre un altro tool interessante, simile allo strumento di pianificazione delle parole chiave presente su Google Adwords: Bing Ads Intelligence. Lo trovi sotto il Menù “Strumenti” nella parte superiore.

Bing Intelligence è uno strumento di ricerca delle keyword che ti permette di costruire ed espandere la tua lista di keywords utilizzando l’interfaccia di Microsoft Office Excel. Sarai in grado di vedere le performance delle keyword rilevanti sul Network di Bing e poi applicare questi dati per migliorare la selezione delle keyword e le performance della campagna.

I benefici possono essere:

  • Lavorare con un numero elevato di keywords
  • Allinearsi alle regole di Bing Ads filtrando termini branded dalla tua lista di keyword
  • Ricerca integrata di performance sulla keyword e stima dell’offerta
  • Benefici dai dati del Network di Bing come rilevanza, volume oppure costi storici.
  • Ottimizzare le tue parole chiave della campagna in base a potenziali clienti. Crea tabelle di massa con keywords, offerte e tipologie di corrispondenze per campagne o gruppi che puoi importare nell’account di Bing.
  • Direziona la tua strategia di offerta in base ai dati di prezzo per metriche specifiche delle keyword come click, posizione, CTR e CPC.
  • Fai leva sulla ricerca delle keyword per analizzare i dati storici per te rilevanti

Crea una campagna

Ora che hai riunito alcune keywords relazionate al tuo brand, è tempo di lanciare una nuova campagna.

Per farlo, osserva la dashboard e clicca sul bottone “crea campagna”. Arriverai su una nuova pagina dove inserirai le informazioni della tua nuova campagna. La prima cosa che farai è assegnargli un nome. Successivamente, seleziona il fuso orario della campagna, ossia dove il tuo target di consumatori vive. Se il tuo target audience è nazionale o internazionale, dovrebbe essere facile selezionare il fuso orario.

Setta un budget alla campagna, ossia ciò che sei disposto a spendere durante un certo periodo di tempo. Per esempio, se setti un budget di 8 euro/g, gli annunci si fermeranno quando raggiungerai quella cifra. Seleziona la lingua dei siti dove vuoi che gli annunci siano pubblicati e le località dove vuoi che gli annunci siano pubblicati.

Scrivi gli annunci

Dopo che hai inserito il tuo target e le informazioni sul budget, è tempo di iniziare a scrivere gli annunci.

Anche se Bing ads ha fatto si che sia molto intuitivo inserire un testo dell’annuncio, è probabile però che sia la cosa più complicata che dovrai fare.

Perché?

Perché hai bisogno di scrivere un annuncio che venda. Se non ti reputi bravo nel Digital Copywriting o nella produzione di Ads Copy allora dovresti considerare la possibilità di assumere qualcuno che lo sia. 

Il tuo annuncio è composto da due parti: il titolo dell’annuncio e il testo. E sei limitato nel conteggio dei caratteri per ognuno, quindi devi riuscire a comunicare il messaggio in poche parole. (Un’altra buona ragione per chiamare un professionista) .

Su Google vengono utilizzate due righe per la descrizione dell’annuncio, mentre negli annunci di Bing ne viene usata una sola più lunga, di un massimo di 71 caratteri. Il titolo dell’annuncio dovrebbe spiccare in caratteri grandi mentre il testo dell’annuncio spiega il titolo in dettaglio, dovrebbe contenere un messaggio che convinca a cliccare sul tuo link. 

Assegnare parole chiave, tipologie di corrispondenza e Bids

Dal momento in cui inizia a scrivere il tuo annuncio, è tempo di selezionare quale keywords vuoi associare con ogni annuncio.

Fortunatamente, hai già fatto la tua ricerca delle keywords in uno step precedente. Ora, hai bisogno di aggiungere queste parole chiave nel grande box. Clicca sul bottone “aggiungi”. Bing Ads ti da anche l’opzione per impostare le corrispondenze differenti della stessa keyword che hai selezionato per la search.

Le opzioni sono le seguenti:

  • Corrispondenza generica: Termini di ricerca che contengono la tua keyword o il concetto relazionato alla tua keyword.
  • Corrispondenza generica modificata: Termini di ricerca che contengono le parole modificate o qualsiasi variante prossima, in qualsiasi ordine. Per esempio, se inserisci “+fiori +rossi” come keyword, poi Bing Ads matcherà su “fiori rossi” oppure su “rose rosse” ma non su “fiori gialli”.
  • Corrispondenza a frase: Termini di ricerca che contengono le stesse parole chiave nella tua keyword nello stesso ordine in cui vengono scritte.
  • Corrispondenza esatta: Termini di ricerca che corrispondono esattamente alla keyword riportata.
  • Corrispondenza inversa: Termini di ricerca che non devono matchare i tuoi annunci. E’ bene ricordare che le keywords a corrispondenza inversa su Bing possono essere aggiunte solo in corrispondenza a frase oppure esatta.

La cosa veramente utile di Bing, e differente da Adwords, è che, se aggiungi una parola chiave a corrispondenza inversa alla tua campagna (o gruppo di annunci) e questa è inclusa in una delle tue parole chiave, il tuo annuncio verrà visualizzato per le query correlate.

Ricordati che differenti tipologie di match possono costare una quantità differente di click, quindi stai attenta al CPC. Quando inserisci una keyword, hai anche la possibilità di fare un’offerta per quella keyword. Fortunatamente, Bing ti darà un suggerimento relativo alla cifra da biddare. Tu puoi fare un’offerta inferiore rispetto alla cifra consigliata, certo, ma significa che i tuoi annunci non saranno mostrati così spesso. Se il tuo bid è più alto, il tuo annuncio probabilmente sarà mostrato più spesso. Ovviamente, più vuoi che i tuoi annunci siano mostrati, più dovrai pagare. Questo funziona su Bing quanto su Google.

Monitoraggio delle conversioni

Il tracking di monitoraggio delle conversioni di Bing è molto simile a quello di Adwords, ma la grande differenza sta nell’implementazione del codice di monitoraggio sul sito. Su Bing devi utilizzare il tag universale UET per monitorare le conversioni che arrivano. Il tag UET è posto su tutto il sito web. E’ necessario quindi creare obiettivi di conversione specifici all’interno di Bing Ads che saranno rintracciati dal tag universale. Come il funzionamento degli obiettivi di Google Analytics, è possibile definire un obiettivo di conversione con diverse modalità, alcuni dei quali richiedono modifiche del tag UET in pagine specifiche. 

Ulteriori impostazioni

Dopo aver definito le keywords, è tempo di selezionare qualche altra impostazione.

La prima cosa che guarderai sono le “opzioni di target avanzato”. Dipende dal tuo prodotto/servizio, potresti anche considerare di porre aggiustamenti delle offerte e aumentare il tuo budget quando non è orario lavorativo. Questo perché spesso le persone che stanno navigando su internet a lavoro non riescono a tirare fuori una carta di credito e fare un acquisto alla propria scrivania. Inoltre, provare a vendere alle persone quando sono a casa, durante gli orari non lavorativi e nel weekend ha molto più margine d successo.

Questo ragionamento dalla tipologia di business che stai portando avanti. Hai anche l’opportunità di decidere dove vuoi che i tuoi annunci siano pubblicati. Potresti volerli porre esclusivamente sulle proprietà di Microsoft, oppure volere che appaiano sui partner di ricerca di Microsoft. E’ qualcosa che potresti voler sperimentare. Quando hai definito le ulteriori impostazioni, clicca sul bottone “salva e aggiungi pagamenti”.

Non essere impaziente

Da quando hai lanciato le tue campagne su Bing Ads, potresti essere tentato di controllare il loro status dopo un paio di ore. Non essere sorpreso se non vedi nessuna attività. E’ meglio aspettare un giorno intero prima di effettuare un controllo. Anche dopo un giorno intero, tuttavia, non sarai in grado di dare una visione totale di quanto stanno performando i tuoi annunci.

Prenditi tempo per vedere come gli utenti stanno rispondendo ad esso. Successivamente hai bisogno di iniziare i tuoi test. Mostra almeno una coppia di annunci differenti con testo differente e vedi quale ti da il migliore CTR. Aggiungi anche tecniche di targeting differenti per determinare quale audience ti da il migliore ROI. Nessuna campagna PPC è completa senza A/B test. E’ importante che tu faccia dei test per capire su cosa lavorare e cosa non toccare.

Inizia subito

Se hai dei soldi da spendere per la pubblicità online, è una buona idea aggiungere gli annunci di Bing alla lista dei servizi che utilizzi. Sarai in grado di raggiungere persone che, per qualsiasi ragione, non stanno usando Google per le loro ricerche online.

Spero che la guida per principianti di Bing Ads ti abbia fornito i giusti consigli per organizzare le tue campagne PPC su Bing al meglio, per targetizzare il tuo audience secondo keywords e geolocalizzarlo così da raggiungere il tuo target di mercato.

Bing Ads è una grande opportunità per raggiungere le persone che non hai ancora raggiunto. Perché allora non iniziare subito? Contattaci!

Condividi
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbe Interessarti

Giulia Baccigotti
Web Marketing Specialist nel campo del Marketing e della Comunicazione. Amo utilizzare la mia creatività per sviluppare contenuti nuovi sul web e potermi specializzare nel vasto mondo della SEO. Ho tante passioni che amo coltivare, ma la comunicazione è diventata il mio lavoro, in fondo: “Non si può non comunicare!”
Condividi
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Contatta un consulente ora

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.

SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?