Internet Explorer scende sotto il 60%

Nel mese di Aprile 2010, pur essendo Internet Explorer di Microsoft il programma più diffuso, registra una perdita dello 0.70% arrivando al 59.95%. Insomma torna alle cifre del tempo della bolla della new economy, quando se la vedeva contro Netscape Navigator e quasi nessun altro.

Chi ha guadagnato punti in questo nuovo scenario sono Firefox e Apple con Safari, che crescono, ma senza clamori. A seguire Opera, e poi la vera sorpresa di Google Chrome. Un browser che dopo un inizio quieto, vede la sua diffusione aumentare più di tutti, sia sul fronte statunitense che europeo. Un 0.60% di crescita tra marzo e aprile 2010, che porta le quote di Chrome al 6.73%.

Guarda il report completo:
 

 

Data provided by > Net Applications

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Luca Mainieri
Dal 2013 sono l’orgoglioso papà di Francesco e Camilla, due panzottini che hanno reso la mia vita più ricca di emozioni. Dal 2002 mi occupo di web in modo professionale, prima come programmatore e successivamente come consulente webmarketing e seo / ppc e social media. Nel 2009 ho creato Neting, con la quale forniamo servizi professionali di sviluppo (realizzazione App e siti Web) e consulenziali (web marketing e promozione SEO / PPC).
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.