Social Media Marketing

La gestione dei social media: interna o esterna?

La gestione dei social media: Interna o Esterna? 4 domande che dovresti farti

Oggi che tutti si fanno passare per guru (Pa-Guru, come direbbe l’Estetista Cinica), è normale che gli imprenditori si chiedano se debbano esternalizzare la gestione dei social media. Questi ultimi, persi nella moltitudine di attività operative quotidiane, trascurano spesso la loro presenza digitale. Basta pensare a quante pagine Facebook vengono create (in quanto gratuite) per poi venire abbandonate, finendo così nel dimenticatoio.
Il social media marketing richiede creatività, determinazione e competenze che, francamente, non sono da tutti.

Continui a tormentarti. Domandandoti se esternalizzare il tuo marketing sui social media sia la cosa migliore per il tuo business. Bene, è normale! Per trovare una risposta è fondamentale porsi le giuste domande. Vediamo subito quali sono le più importanti.

1. Quanto tempo devo dedicare alla gestione dei social media?


Il tempo è il motivo principale per cui le aziende affidano ad esterni le attività sui propri social network.
Occuparsene non riguarda solo la pianificazione dei post e la gestione della comunity, ma anche:

  • Ascoltare le discussioni sul tuo brand. Questo punto, spesso, viene preso sotto gamba. Controllare le menzioni del tuo marchio serve a catturare feedback sinceri, informazioni obiettive e ad avere una comprensione più chiara di come gli altri interagiscono con i tuoi prodotti o i servizi. Questa è un’adeguata gestione della tua brand reputation. Davvero utile. Detto questo, è un compito incredibilmente lungo e laborioso.

  • Monitorare le conversioni generate dal traffico social. Sapevi che da Facebook oggi è possibile tracciare anche le conversioni che avvengono grazie al tuo sito? Un vero Digital Strategist conosce questi trick, sa quantificare l’aumento di vendite e di contatti provenienti da questo canale.

  • Testare continuamente nuovi metodi per generare lead. Ti sembrerà ovvio, il tuo obiettivo è quello di generare interesse e… fatturato! Non credere, però, che siano sufficienti un paio di post e qualche decina di euro di sponsorizzate per diventare ricchi su Facebook. È questione di intercettare il traffico utile e renderlo fedele oltre che ovviamente motivato a sceglierti.

  • Rispondere prontamente alle richieste. Se possiedi una pagina Facebook o un canale Instagram sai che bene agli utenti risulta comodo scriverti su Messanger o Direct per avere risposte veloci. Sì, ed è per questo che Facebook traccia la velocità media di risposta. E tu, che non rispondi ai tuoi follower da mesi, stai facendo una bella figura?

Tutto ciò deve avvenire 24 ore su 24. O quasi, suvvia. Possiamo dire che gli imprevisti, le lamentele, critiche sì, possono colpirti in ogni momento. Hai “solo” bisogno di avere un piano di crisis management per contenere i danni.
“Ok, mi stai dicendo che per fare del buon Social Media Marketing basta mettere da parte un paio d’ore a settimana?"

Per le piccole e medie imprese che sostengono: "Beh, non ho tonnellate di follower, quindi posso pubblicare qualcosa ogni tanto e andrà tutto benissimo" Mi dispiace dover infrangere questo sogno ma non potrebbe essere più lontano dalla realtà dei fatti. Se mai, i piccoli business, che hanno seguito minore, devono lavorare anche più duramente per far crescere la loro brand identity. In modo organico e non.

Ci sono migliaia di ottime strategie per ottenere il successo della Nike ma per eseguire quei metodi che ci vuole un sacco di tempo ed energia. E soprattutto competenze.

2. So come essere socievole online?

È davvero un'arte essere piacevoli e accattivanti sul web, e non tutti ne hanno il talento. Se semplicemente non hai l'energia, la creatività o la volontà di essere #semprepresente, non farlo.

Nel caso tu invece avessi modo e voglia per aggiungere un plus alle tue competenze, ci sono tonnellate di risorse per insegnarti come diventare un mago dei Social Media. Puoi iniziare con la pianificazione del piano editoriale ed anche con le strategie social per l’e-commerce.

Devi scovare il tuo target e parlare come lui parla, creando contenuti che lo mettano a proprio agio. Se all'idea di questo rabbrividisci, sarebbe meglio allora esternalizzare i tuoi social media a un'agenzia che ha lavorato per un'altra azienda nel tuo settore.

3. Ho stabilito il mio tono di voce? Se sì, quanto è unico?

Ti sei chiesto come comunichi? Analizzare il tuo tono di voce è fondamentale online come offline. È alquanto ingenuo pensare che la forma espressiva non vada ad impattare sulla sostanza. Devi avere ben in mente chi sei e come vuoi comunicare prima ancora di provare a connetterti con il tuo pubblico.
- Ti occupi di moda o viaggi?
- Sei un avvocato e vuoi promuovere il tuo studio?
Attività ben differenti. L’importante è rimanere fedeli alla propria personalità. Ad esempio, un’impresa funebre non può avvalersi di una comunicazione umoristica-sarcastica.

(… Ne sei sicuro?)

Eppure l’emblematico caso delle onoranze funebri Taffo non ha eguali in termini di popolarità.

Alternano messaggi in cui descrivono la passione per il loro lavoro e la serietà col quale svolgono ogni servizio a post che abbondano di ironia e sarcasmo. Una brillante strategia comunicativa che ha avuto il merito di sfatare diversi tabù e, soprattutto, di ritagliarsi un posizionamento unico nella mente degli utenti.

Chiarisci subito personalità, valori e mission della tua azienda. Una brava agenzia riuscirà a confezionare il migliore dei toni di voce possibili. Il tuo. Riconoscibile e non replicabile. Resisti alla tentazione di replicare le strategie di successo dei grandi brand: esagerare con l’ironia potrebbe addirittura svilire il tuo marchio.

4. Posso permettermi di esternalizzare?

A volte, affidarsi ad un’agenzia può costare meno di un tuo Social Media Manager interno. Altre volte non così tanto.
L’esternalizzazione dei social media potrebbe costare da 500€ a diverse migliaia di euro al mese, tutto a seconda di diversi fattori

1. Quali sono gli obiettivi da raggiungere: se vuoi presidiare il canale per migliorare il servizio di assistenza hai bisogno di un community manager mentre se vuoi generare conversioni devi affidarti ad un performance specialist

2. La durata del contratto:  il prezzo scende all’aumentare del periodo contrattuale. Ma non solo, un rapporto continuativo garantisce la chiarezza e l’univocità della comunicazione.

3. Abbonamenti ai vari tool per social media: maggiore è la complessità (più pagine da gestire e/o diverse piattaforme) più è necessario il supporto di strumenti esterni (per schedulare post, testare differenti creatività e così via). Usare i social in modo professionale costa tanto, un’agenzia può permettersi il lusso di sottoscrivere abbonamenti spalmandone il costo su più progetti.

Non dimentichiamoci della risorsa più preziosa: il tempo. Scrivere e correggere i post del piano editoriale. Rispondere ai messaggi e moderare i commenti. Monitorare le campagne attive. E tu, quanto ne hai a disposizione?

Infine diamo uno sguardo ad i costi dell’attività. Esemplificando al massimo abbiamo queste voci:

  • Dipendenti (stipendio, benefit, ecc.)

  • Sottoscrizione ai tool

  • Creazione di contenuti

  • Budget per post sponsorizzati e campagne

  • Sviluppo e misurazione della strategia

OK, quindi: Make or Buy?

Quindi, qual è la mossa migliore per il tuo business?
Dipende. In questo articolo abbiamo cercato di osservare alcune fra le principali variabili che entrano in gioco.

Se hai tempo, voglia ed esperienza per creare un team interno, allora fallo. Gestire internamente la presenza dei social media del proprio marchio ha molti vantaggi. Primo fra tutti il pieno controllo e lo sviluppo di know how interno.

Se invece sei già alle prese con infinite liste di cose da fare, allora ti conviene rilassarti ed affidare la gestione dei social ad un’agenzia esterna. Scegliendola bene avrai la certezza che la tua comunicazione sui social risulti coerente, professionale e, soprattutto, capace di generare risultati a lungo termine.

Noi di Neting lo sappiamo bene: sviluppiamo esperienze digitali lavorando per realizzare soluzioni multicanali che lascino un segno. Il tuo.

Se hai un progetto social in mente, parliamone insieme e rendiamolo unico! Richiedi un preventivo, è gratuito ;)

Appassionata di Comunicazione, in tutte le sue forme.

Laureata in Comunicazione (Bologna), ho conseguito la qualifica ‘Tecnico Commerciale Marketing - Digital Marketing’. Una grande passione prima ancora di titoli di studio.

Amo il contatto con le persone, imparare, viaggiare, recitare, suonare il piano, cantare (sola) in macchina, le frasi motivazionali, il dolcino di inizio/durante/fine pasto e ogni tanto andare in palestra.

"Tuffati nelle tue paure e trasformale in possibilità".

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vuoi approfondire questo argomento con un nostro consulente?

I nostri esperti di Social Media Marketing sono a disposizione per aiutarti.