Giulia Baccigotti
Mobile e App

Statistiche internet in Italia 2016: i nuovi dati Audiweb aggiornati

Statistiche internet in Italia 2016: i nuovi dati Audiweb aggiornati

Gli italiani sempre più tecnologici tra pc e mobile

“Internet è diventato uno strumento aperto e molto più esteso nelle modalità di gestione, pianificazione e rilevazione dei dati. Oggi gli italiani riescono a muoversi senza problemi da pc a mobile in base alle loro esigenze quotidiane e alle loro attività.”

Queste le parole di Marco Muraglia, presidente di “AudiWeb”, pronunciate durante la presentazione dei nuovi dati sulle statistiche Internet del 2016 in Italia, nel suo discorso di apertura per l’edizione 2016 del “IAB Forum”, tenutosi a Milano il 29 e il 30 novembre.
Audiweb, strumento che rileva e distribuisce i dati di audience sull’utilizzo di Internet in Italia, rileva che gli italiani stanno diventando sempre più tecnologici e assidui frequentatori del web rispetto agli anni scorsi. Sono passati da semplici utenti a conoscitori competenti e assidui e hanno modificato, non solo il proprio rapporto con il web, ma anche il proprio comportamento in termini di device utilizzati.

Chi sono gli utenti Internet in Italia secondo l’analisi Audiweb

Lo studio sugli utenti internet in Italia riportato dai dati Audiweb 2016 ha analizzato sia la fascia più ampia della popolazione italiana che naviga sul web, che va dagli 11 ai 74 anni d’età, sia target generazionali più specifici. Secondo quest’ultima distinzione, troviamo:

  • “Millenials” che coprono la fascia 18-34 anni
  • “Generazione X” che rappresenta la fascia 35-54 anni
  • “Boomers” che vanno dai 55 ai 74 anni d’età

E’ emerso che in generale per tutte le fasce d’età considerate, siamo di fronte a un popolo che fa un utilizzo di Internet sempre più massiccio, con un 88% della popolazione che possiede almeno un dispositivo con accesso alla rete, arrivando a un totale di 26,4 milioni di utenti Internet mensili in Italia.

Statistiche del traffico Internet in Italia confrontando mobile e pc

Lo studio del traffico internet in Italia ha evidenziato un incremento nella fruizione del web tramite mobile rispetto al pc, pari al 12% sull’anno passato. Infatti, solo nel mese di settembre 2016, l’incremento nell’utilizzo del mobile rispetto al pc è stato pari al 36% nella fascia tra i 18 e i 74 anni d’età.

Questo trend simboleggia una grande svolta a livello di traffico mobile ed evidenzia l’importanza del cosiddetto “Web Design Responsive“, che permette di fruire i contenuti del web tramite Smartphone e Tablet visualizzandoli in maniera adeguata e ottimale per favorire la migliore esperienza utente. Questo dato ci porta senz’altro ad affermare che anche le aziende italiane non possono più prescindere la necessità di essere presenti sul web in maniera ottimale e procedere, nel caso ne siano ancora sforniti, alla creazione di siti web responsive.

L’analisi ha messo in luce anche un coinvolgimento mobile di nuovo sviluppo relativo a fasce geografiche fino a poco tempo fa meno operative a livello digitale: la fruizione da mobile è aumentata quasi dell’80% tra gli over 55 e del 40.7% nell’area del Sud Italia e delle isole, interessando particolarmente i giovani. L’utilizzo del mobile in queste aree geografiche ha raggiunto il 69,7% nella fascia 18-24 anni e il 72% nella fascia 25-34 anni.

Nonostante questo considerevole aumento, Audiweb ha evidenziato che il popolo italiano non rinuncia all’utilizzo del pc tradizionale, infatti, nel 2016, 20,8 milioni di utenti mensili fruiscono internet sia da mobile che da pc. Rispetto al 2015 gli utenti internet da mobile sono cresciuti del 12,3%, mentre quelli da pc sono diminuiti del 73,2%.

Statistiche dell’utilizzo di Internet in Italia in base alla tipologia di contenuti fruiti

E’ stato osservato che, in base alle statistiche dell’utilizzo di Internet 2016, a livello di temi e contenuti condivisi dagli utenti, gli italiani preferiscono utilizzare il pc per attività con contenuti più personali e riservati come siti per adulti, siti per giochi d’azzardo o lotteria, mentre su mobile gestiscono attività d’intrattenimento e di gestione come le chat di gruppo o i “Social”.

In aggiunta, la fascia d’età influenza la tipologia di contenuti visualizzati e il device adoperato per l’uso di Internet. Si evidenzia che i “Millennials” (18-34 anni) preferiscono la fruizione di contenuti e-commerce, video e online games e rappresentano il segmento d’età che più utilizza il mobile nella fruizione di internet con il 21% di utenti che navigano esclusivamente da mobile. I “Boomers” (55-74 anni) invece, presentano la percentuale più elevata di utenti solo pc pari al 13,7% della loro fascia che naviga solo da pc e che, a livello di contenuti, si concentra principalmente su news e video. Nel mezzo troviamo la “Generazione X” (35-54 anni) che utilizza sia pc che mobile concentrandosi sull’utilizzo di mail, giochi online e video.

Un’ulteriore analisi di Audiweb, relativa alla fascia complessiva della popolazione, confronta i dati dell’audience televisivo con quelli relativi all’utilizzo di Internet, facendo emergere che, per la maggior parte degli italiani, la tv resta ancora il mezzo più utilizzato. Nonostante ciò, in alcune fasce specifiche, le due curve iniziano ad avvicinarsi, come nel caso dei “Millenials” dove la curva “Digital” (pc o mobile) domina sulla TV con una media di 6.5 milioni di utenti web al giorno contro i 6,2 milioni di telespettatori.

Possiamo dire che, come il web aggiorna i suoi contenuti ogni giorno, allo stesso modo, noi siamo portati a rinnovarci in campo tecnologico, migliorando e modificando le nostre abitudini come utenti e frequentatori virtuali, anche attraverso segmenti generazionali diversi. Il nostro obiettivo è “stare al passo con i tempi” e, in base ai dati rilevati, direi che ci stiamo riuscendo molto bene!

Lo studio completo di Audiweb è disponibile a questo indirizzo: http://www.audiweb.it/news/audiweb-iab-forum-2016-comunicato-stampa-e-presentazione/

Giulia Baccigotti

Junior Specialist nel campo del Marketing e della Comunicazione. Amo utilizzare la mia creatività per sviluppare contenuti nuovi sul web e potermi specializzare nel vasto mondo della SEO. Ho tante passioni che amo coltivare, ma la comunicazione è diventato il mio lavoro, in fondo: “Non si può non comunicare!”

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.