Tempo di Investire sul Mobile: Ecco Cosa ci Riserva il 2014

Servizi di geolocalizzazione

Applicazioni che forniscono servizi di geolocalizzazione come Foursquare non sono una novità ma l’utilizzo di tali servizi è destinato ad aumentare rapidamente, soprattutto con l’integrazione dei servizi di geolocalizzazione all’interno delle più svariate app di servizi.
Un esempio sono le applicazioni ‘da viaggio’ che permettono di taggare (sarebbe corretto dire ‘geotaggare’) i luoghi visitati e condividerli nei social media ma anche applicazioni che riconoscono il tuo ingresso nello specifico negozio e ti garantiscono premi e ricompense.

Pagamenti da dispositivo mobile e portafogli virtuali

Queste soluzioni rappresentano la vera novità nel settore del pagamento online dopo la creazione delle carte di credito! Grazie all’utilizzo dei dispositivi mobili è possibile gestire pagamenti, ossia pagare o ricevere pagamenti attraverso attraverso lettori di carte di credito/debito mobili ossia piccole device che attaccate ai telefoni o al tablet permettono permettono di ricevere pagamenti.
E’ facile immaginare che tutti i negozi saranno dotati in futuro di dispositivi che permetteranno ai clienti di pagare semplicemente avvicinando il proprio smartphone (o tablet) a questo terminale.
Queste applicazioni risultano essere utilizzati già dal 40% delle piccole e medie imprese.
Il trend è destinato a salire in quanto si prevede un aumento di 16 punti percentuali nei prossimi 12 mesi e la tendenza è quello di sostituire a lungo termine le normali carte di credito.
Al giorno d’oggi i dispositivi mobili come tablet o smartphone sono già utilizzati come portafogli virtuali per collezionare coupon, regali, carte fedeltà e biglietti di aereo o di eventi.

Gestione dei dispositivi mobili

Poiche sempre più persone hanno uno (o più) dispositivi mobili, le abitudini nei diversi settori del lavoro stanno cambiando. Chi possiede un dispositivo tende a portarlo a lavoro in quanto preferisce usare il proprio (col quale ha maggiore confidenza) piuttosto che uno imposto dall’ azienda per la quale si lavora.
A causa dei vari problemi legati alla sicurezza di questi dispositivi, saranno sempre più richiesti programmi di gestione dei dispositivi mobili (Mobile Device Management – MDM Softwares).
In particolare i software saranno relativi a tematiche come la protezione antivirus, il rintracciamento del dispositivo in caso di perdita, protezione della privacy e gestione degli accessi, sia fisici (ossia ai posti di lavoro) sia virtuali (ossia a risorse).

Mobile Advertising, ossia la pubblicità per il mobile

Con l’esplosione delle vendite dei dispositivi mobili e delle application sembra naturale concludere che la pubblicità su questi dispositivi avrà un ruolo sempre più importante in futuro. Ricerche sostengono che la pubblicità per dispositivi mobili, derivante dalla ricerca, sia destinata ad aumentare del 75% questo anno e di un altro 52% l’anno successivo. Per quello che riguarda invece i banner pubblicitari si parla di una crescita (attesa) del 100% quest anno e di un 54% per l’anno seguente. Questo trend in grande ascesa è collegato all’ alta percentuale di click che ottengono questi ad (in rapporto alla loro visualizzazione). Si parla di percentuali intorno al 18% mentre per i pc le stesse pubblicità non superano l’ 1%

Mobile Video

I video riprodotti da un dispositivo mobile sono stati visti da 15 milioni di utenti tra il 2010 e il 2012. Si sostiene inoltre che nel 2017 peseranno oltre al 66% sul traffico totale di un dispositivo mobile.
Le piccole e le medie aziende sono state alla larga da questi video pubblicitari, a volte per una questione di ritorno degli investimenti, a volte per semplice paura delle nuove tecnologie.
La nascita e la diffusione di micro video (filmati dalla durata inferiore ai 7 secondi, si pensi ad applicazioni come Vines e Instagram) potrebbe cambiare lo scenario. Grazie a questi video, le barriere che impedivano alle piccole aziende di sviluppare filmati pubblicitari, sono state rimosse. Non è più necessario avere un software per creare e modellare il video, uno smartphone basta e avanza. Inoltre questo rende più veloce ed economica la messa in rete di tale pubblicità, superando quindi anche il problema del ritorno dell’ investimento.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Luca Mainieri
Dal 2013 sono l’orgoglioso papà di Francesco e Camilla, due panzottini che hanno reso la mia vita più ricca di emozioni. Dal 2002 mi occupo di web in modo professionale, prima come programmatore e successivamente come consulente webmarketing e seo / ppc e social media. Nel 2009 ho creato Neting, con la quale forniamo servizi professionali di sviluppo (realizzazione App e siti Web) e consulenziali (web marketing e promozione SEO / PPC).
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.