SEO Trend 2020: parti col piede giusto

Seo Trend 2020

Nuovo anno, nuove tecniche SEO? Non proprio, ma senza dubbio conviene “mettersi avanti” e considerare gli aspetti SEO del nostro sito web da migliorare nel corso di questo 2020… vuoi sapere quali sono? Leggi l’articolo sui Trend SEO del 2020!

Come abbiamo visto nel corso degli ultimi anni, Google persegue senza sosta il proprio obiettivo di diventare un punto di riferimento per tutti i tipi di esigenze informative e di servizi in rete.

Google Discover promette di diventare una realtà considerevole nella fornitura automatica di contenuti agli utenti a partire dalle loro esperienze e preferenze, senza necessità di un intervento attivo nella ricerca di informazioni. Questo si presenta come un punto di svolta nel percorso che porterà Google a passare dalla fase di “motore di ricerca” a quello di “motore di risposte”. E non è nemmeno l’unica novità SEO in pentola per il 2020.

Google Discover

I contenuti di alta qualità continuano sempre ad acquisire maggiore importanza nelle strategie di posizionamento e di conversione per gli obiettivi aziendali. I video, in particolare, sono una fonte di informazione e di intrattenimento particolarmente attraente, specialmente per i millennials e per i più giovani.

Ovviamente i principi della SEO non cambiano di anno in anno, tuttavia con il passare del tempo emergono dei trend molto interessanti che dobbiamo imparare a padroneggiare per migliorare la nostra capacità di emergere sui concorrenti e per trarre il massimo vantaggio dalle novità che Google ci mette a disposizione.

Quali sono le tendenze SEO per il 2020 alle quali dobbiamo stare particolarmente attenti? Quali sono le strategie e le tecniche che si dimostreranno ancora più vantaggiose per l’anno a venire?

Google BERT

Gli algoritmi di auto-apprendimento hanno permesso a Google di incrementare progressivamente la propria capacità di analizzare le ricerche degli utenti per offrire risultati sempre più attinenti alle loro esigenze.

Questa tendenza ha visto il suo apice con l’introduzione nel 2019 di Google BERT, una rivoluzione copernicana in fatto di algoritmi di machine learning. Mentre fino ad ora le parole venivano analizzate singolarmente, ora Google riuscirà a prendere in considerazione sia quelle precedenti che successive a un determinato termine, incrementando di molto la propria capacità di comprendere l’esatto significato delle ricerche.

Google Bert Update

Google BERT non richiede strettamente un’attività di ottimizzazione SEO ad hoc per migliorare le possibilità di posizionarsi. Si tratta di un meccanismo aggiuntivo alla base dell’interpretazione del significato “umano” delle ricerche, non di un modo con cui offrire i contenuti, e perciò influirà sull’ordine con cui vengono restituiti i risultati di ricerca, featured snippet compresi.

Anche per il 2020 viene confermata l’esigenza di realizzare contenuti di alta qualità in grado di rispondere con precisione alle esigenze del nostro pubblico. Se studiamo approfonditamente le necessità del nostro target e l’offerta della concorrenza, possiamo appurare come rispondere in maniera molto efficace ai bisogni del nostro pubblico per diventare un punto di riferimento autorevole.

Strumenti come Google Trends mettono in risalto le ricerche correlate a determinati argomenti che hanno visto un improvviso aumento di interesse negli ultimi tempi. Avvalendoci di strumenti di questo genere possiamo individuare se esistono correlazioni tra determinati temi per capire su cosa si focalizza l’interesse delle persone in un dato momento.

Ottimizzazione per la ricerca vocale

Con il continuo e inesorabile aumento dei dispositivi locali, le ricerche vocali sono diventate un trend comune tra gli utenti del web. Gli assistenti vocali come Google Assistant, Amazon Echo, Siri e Samsung Smart TV hanno dato un bel contributo a questa crescita

Ricerca Vocale Google

La ricerca vocale permette di ottenere le informazioni di cui si ha bisogno senza necessità di digitare alcunché, il che rende possibile ottenere risposte alle proprie esigenze anche quando si è in movimento. Si stima che dal 2020 oltre il 50% delle ricerche in rete avverrà tramite pronuncia vocale.

La voice search garantisce alle persone una sempre maggiore libertà nei modi con cui formulare le proprie ricerche di informazioni: i contenuti dovrebbero essere sempre più  concepiti per rispondere a esigenze specifiche espresse anche in modo informale, in modo da risultare effettivamente utili e preziosi.

Featured Snippet

La tendenza di Google è quella di fornire informazioni fin dalla pagina dei risultati di ricerca, per questo assistiamo a una crescita dei box in primo piano che offrono risposte non appena si digita la domanda.

Ora che i risultati con zero click iniziano a diventare alquanto diffusi, diventa sempre più importante dominare la scena dei featured snippet per guadagnare autorevolezza e visibilità da queste nuove modalità.

Secondo una recente ricerca, il 54,68% di click su Google proviene dai featured snippet, a riprova dell’importanza che rivestiranno anche nel 2020.

Per rendersi visibili attraverso i box in primo piano occorre curare tutte le informazioni degli elementi web per trasmettere ai motori di ricerca chiare informazioni sulle loro caratteristiche: titolo, descrizione, prezzi per i prodotti, recensioni, e tutto ciò che si può evidenziare con modelli di dati strutturati come Schema.org.

I dati strutturati correttamente implementati rendono più facile infatti mostrare i contenuti tra i box in evidenza.

Assistente Dati Strutturati Google

Un tool come lo Strumento per i dati strutturati di Google permette di verificare se i nostri contenuti sono codificati secondo una corretta struttura di mark up.

Tool come Seozoom sono in grado di segnalarci quali dei nostri risultati sono selezionati da Google per apparire come box in evidenza.

SEO Locale

Molti dei risultati racchiusi nei box in primo piano appartengono a ricerche geolocalizzate, ovvero riferite a prodotti e servizi offerti in un dato territorio.

Le persone si aspettano di trovare alternative per le proprie necessità geograficamente vicine e facilmente raggiungibili, per questo occorre curare tutti quegli aspetti che rendono le attività rilevanti in ambito locale.

Google My Business

Dal punto di vista delle ricerche locali, avere una pagina Google MyBusiness ben curata è importante quanto – se non più – di un sito web.

Gestire ogni aspetto di una pagina Google MyBusiness permette di essere selezionati più facilmente per i pack locali. Occorre perciò dare più informazioni possibili sulle attività aziendali come numero di telefono, indirizzo, orari di apertura e precisi giorni di chiusura, per assicurarci che i nostri utenti siano sempre informati sulle nostre attività.

Le recensioni sono fattori in grado di accrescere la nostra autorevolezza agli occhi delle persone e dei motori di ricerca, perciò dobbiamo per quanto possibile incentivare il nostro pubblico a lasciare segnali di gradimento della nostra attività.

I commenti sono un altro fattore che permette sia di fornire informazioni specifiche agli utenti potenzialmente interessati, che di dimostrare la propria autorevolezza mettendosi in gioco e rispondendo alle critiche dei clienti scontenti.

Bisogna sempre rispondere ai commenti, in primis per ringraziare coloro che impiegano il proprio tempo per lodare le nostre attività, ma anche quelli negativi (se espressi in maniera costruttiva) per dimostrare di avere a cuore le esigenze del proprio pubblico e di volere attivamente rimuovere ogni elemento di disagio.

Conclusioni

Questi sono alcuni dei principali trend SEO del 2020 da conoscere. Come al solito, la parola d’ordine è “Qualità”, quindi il fine ultimo di ogni aspetto SEO deve essere sempre fornire risposte giuste ed esaurienti, che soddisfino i nostri utenti.

E tu, ti senti pronto per fronteggiare le prossime sfide in ambito SEO? Se la risposta è “no” oppure “non lo so”, contattaci e inizia quest’anno col piede giusto!

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Ilario Gobbi
Amo scrivere per il web! Amante (non ricambiato) della SEO, appassionato di libri, film e fumetti, credo che la scrittura possa essere un modo per rendere il web un luogo migliore.
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.