Come sfruttare il machine learning con le Power 5 di Facebook 

Power 5 machine learning Facebook

Ti sei mai chiesto quale sia il miglior modo per uscire dalla fase di apprendimento richiesta dalle tue campagne Facebook

Tranquillo, Facebook ti viene in soccorso con le Power 5

Di cosa si tratta? Parliamo del machine learning di Facebook e di come sfruttarlo al meglio. 

Partiamo da un dato di fatto: assecondare l’algoritmo di Facebook è sempre la miglior cosa da fare, soprattutto se non sai dove mettere le mani e se le tue campagne non stanno andando come speravi. 

Piccola precisazione: assecondare sì, ma sempre pensando bene alle azioni e adattando ciò che Facebook ci chiede in automatico con ciò che richiede il nostro caso specifico. Ogni campagna è diversa dalla precedente!

Tuttavia, il buon Facebook ci mette a disposizione 5 ottimizzazioni automatiche per migliorare il suo processo di machine learning senza impazzire e risparmiando una gran mole di tempo.

Si tratta delle famose Power 5, un tema già ampiamente conosciuto e trattato. Scopriamo come utilizzarle nel 2023 e, se ancora non lo sai, di cosa si tratta nello specifico.

Cosa sono le power 5 di Facebook

Le Power 5 di Facebook altro non sono che 5 azioni di automation create da Meta per migliorare le performance delle nostre campagne social.  Queste azioni automatiche non sono altro che 5 tattiche da poter utilizzare per accelerare l’apprendimento da parte dell’algoritmo di Facebook e aiutarci nel raggiungere i nostri obiettivi di marketing.

Quali sono le Power5?

Le Power 5 che Facebook mette a disposizione sono:

  • La corrispondenza Avanzata Automatica;
  • Semplificazione dell’account;
  • CBO (Campaign Budget Optimization);
  • I posizionamenti automatici;
  • Dynamic Ads.

La corrispondenza Avanzata Automatica

La prima Power 5 è la Corrispondenza Avanzata. La Corrispondenza Avanzata ti consente di ottenere risultati migliori dalle tue campagne Meta. 

Come funziona?

Si tratta di una funzione semplice da implementare sul tuo account pubblicitario. Per attivarla ti basterà andare sulle impostazioni del tuo Pixel e flaggare la voce Associazione Avanzata Automatica.

Associazione avanzata automatica

Come avrai intuito dall’immagine, la Corrispondenza Avanzata di Facebook invia una serie di informazioni (rigorosamente sottoposte ad Hashing) al tuo Pixel. Questo ti permette di attribuire maggiori conversioni, raccogliere più dati e più di qualità e, di conseguenza, raggiungere più persone a prezzi più bassi.

Tutta questa mole di informazioni ti aiuterà a:

  • Aumentare il numero di conversioni attribuite a Facebook;
  • Aumentare le dimensioni dei tuoi pubblici personalizzati;
  • Diminuire il Costo per conversione.

Piccola nota: La Corrispondenza Avanzata non è per forza Automatica. Puoi scegliere di operare una Corrispondenza Avanzata anche manuale, tramite codice o con Google Tag Manager.

Semplificazione dell’account

Ricordi tutti i test che ti permettevano di capire quali creatività utilizzare e quali gruppi di inserzioni ottimizzare? Dimentica tutta quella fatica e confusione. 

Facebook ci tiene a sapere su cosa deve concentrarsi maggiormente ma preferisce far da solo, senza impazzire dietro i tuoi mille test e la confusione generata da campagne che si sovrappongono tra di loro. Metti ordine alle tue campagne, sempre!

Con la semplificazione dell’account Facebook ci sta comunicando di non superare una quantità minima (10-15) di set di annunci, semplicemente perché non ce n’è bisogno. 

Tenere in ordine il tuo account pubblicitario e semplificare il numero di azioni ti permette di:

  • Uscire dalla fase di apprendimento più rapidamente
  • Dare più libertà all’algoritmo
  • Migliorare le performance nel lungo termine
  • E lavorare di meno 

CBO di Facebook nel 2023 (Campaign Budget Optimization)

CBO vuol dire Campaign Budget Optimization. 

Esatto, si tratta della fantastica funzione di Facebook che permette di allocare il budget in maniera automatica tra i vari adset

Come funziona?

Semplicemente sarà l’algoritmo a decidere quali adset sono maggiormente performanti e quindi a decidere su quali sia giusto investire più o meno budget.

CBO Facebook

I posizionamenti automatici 

Eccoci arrivati all’annosa questione: perché dovrei affidarmi ai posizionamenti automatici e non manuali? Anche in questo caso la risposta è semplice: Facebook sa già quale posizionamento aumenta le performance e su quale quindi vale la pena investire.

Le Dynamic Ads

Ti piacerebbe far vedere i prodotti giusti alle persone che hanno manifestato un interesse per quel preciso prodotto?  Ora puoi farlo in automatico e senza spendere troppo tempo. Ti basta configurare il tutto una sola volta per la tua campagna (ed avere un catalogo prodotti). A cosa servono le Dynamic Ads? Ti permettono di fare remarketing in maniera semplice e veloce.

Dynamic ads di Facebook

Conclusioni 

Operare con le Power 5 ti permette di: 

  • Risparmiare mooolto tempo.
  • Aiutare il machine learning di Facebook;
  • migliorare il ROI;

Usare le Power 5 può portare vantaggi alle tue campagne?

La risposta è “si, ma non è sempre così”. In linea di massima è sempre consigliato utilizzare le Power 5 e affidarsi all’algoritmo. Tuttavia le eccezioni sono sempre dietro l’angolo. Spesso potresti dover operare manualmente per via di setting o obiettivi particolari da raggiungere con le tue campagne.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbe Interessarti

Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Vuoi migliorare la tua strategia di web marketing?

contatta uN CONSULENTE marketing di neting

Ecco la tua checklist

Ci sei quasi, ti stiamo inviando la tua checklist editabile. Compila il form qui sotto. Grazie!

Checklist Sito Web Popup