Come si crea una Newsletter efficace? Ve lo spieghiamo in 4 passi

L’email marketing è una delle forme più efficaci e comprovate del marketing diretto. Ma che importanza può avere una mail con un’interessante promozione e una grafica accattivante se non viene nemmeno aperta? Scrivere una Direct Email Marketing o una newsletter che porti a delle conversioni necessita di attenti accorgimenti.

LA FORMULA SEGRETA DELL’EMAIL MARKETING

Di seguito alcuni consigli per aumentare la performance delle proprie campagne di email marketing.

#1. OGGETTO DELLA NEWSLETTER, DEM, EMAIL

Che si parli di newsletter, DEM o email di presentazione, il biglietto da visita di un’email è l’accoppiata oggetto/mittente. Scrivere un oggetto personalizzato e utilizzare un mittente conosciuto aumenta decisamente l’open rate (tasso di apertura dell’email). Il tasso di apertura medio si calcola tra il 10% e il 30%. È consigliabile inserire sempre il nome della società nel mittente o nell’oggetto in modo da creare fiducia nell’utente, facendosi riconoscere.

Consigli per un buon “oggetto” della mail:

  • Un oggetto efficace deve essere breve e immediato altrimenti si rischia che venga tagliato. Meglio non superare i 35 caratteri, massimo 50.
  • Anticipare il contenuto della mail nell’oggetto invoglia all’apertura. Naturalmente bisogna essere coerenti e rispettare nel testo le aspettative create dall’oggetto attraverso un’attenta rispondenza.
  • Rendere l’oggetto intrigante ed evitare i classici termini di vendita (eccitante, eccezionale, ultimo…) per concentrarsi sui reali benefici apportati al cliente.
  • Evitare i caratteri che possono innescare i filtri anti-spam automatici e dell’utente: non inserire punti esclamativi, non inserire parole composte interamente da lettere maiuscole, non scrivere parole quali FREE, GUARANTEED.

#2. CORPO  DELLA NEWSLETTER, DEM, EMAIL

Una volta che l’utente ha aperto l’email, il nostro interesse è che la legga. Ecco alcuni consigli per scrivere un corpo della mail che trattenga l’attenzione del lettore il più a lungo possibile:

  • Creare un contenuto fortemente coerente con l’oggetto e con le aspettative dell’utente.
  • Scrivere un testo breve, chiaro e conciso.
  • Scrivere le informazioni più importanti nel primo paragrafo o comunque all’inizio. I paragrafi o il testo successivo potranno essere usati per approfondire l’argomento.
  • Dividere il testo in paragrafi. Meglio restare sull’ordine dei 3-4 per rendere più scorrevole la lettura.
  • Aiutare la lettura con espedienti visivi ed inserire immagini.
  • Inserire pochi link; vi sono studi che hanno dimostrato che se un utente viene messo di fronte a troppe scelte, non ne compie alcuna. Meglio inserire 3-4 link al massimo.
  • Inserire call to action per spronare all’azione.
  • Rendersi velocemente contattabili e farsi riconoscere aiuta nell’incrementare la fiducia da parte del cliente e favorisce un contatto. È consigliato quindi firmare sempre i messaggi o comunque rendere visibili i dati dell’azienda.
  • Non improvvisarsi grafici. La parte grafica è essenziale in una DEM o Newsletter, se non si hanno le competenze necessarie è sempre meglio farsi aiutare da professionisti.

#3. SUGGERIMENTI TECNICI

Di seguito alcuni suggerimenti su aspetti tecnici da tenere presente quando si vuole creare una newsletter o una DEM

  • Utilizzare solo codice HTML
  • Utilizzare il colore bianco come background della creatività per aiutare la leggibilità
  • Non usare file .gif animati o animazioni in Adobe Flash, non sempre supportati
  • Non usare codice javascript
  • Non usare CSS esterni
  • Non inserire allegati
  • Usare immagini in formato .jpg o .gif
  • Effettuare sempre un invio di prova e visualizzarlo su dispositivi sia web che mobile per verificare l’assenza di problemi nella visualizzazione o link rotti ecc.
  • Non inserire gli indirizzi dei destinatari nel CC, rispettando così la privacy degli utenti
  • Tracciare e controllare i risultati. Controllare il n. di click che ricevete sui link presenti nelle e-mail per rendervi conto se avete ottenuto risultati sperati, ma anche il tempo trascorso sulla landing page o sulla pagina del sito dedicata.

#4. CTR, LANDING PAGE, TASSO DI CONVERSIONE

Dopo che la nostra newsletter, DEM o email è stata aperta e il suo contenuto letto, l’utente ha tre possibilità: “disiscriversi”, cliccare sui link, non fare nulla. Il tasso medio di “disiscrizione” varia da 0,1% a 1%. Se l’utente decide di cancellarsi è sempre opportuno chiedergli un feedback sul motivo che lo ha spinto alla disiscrizione, in modo da potersi migliorare e diminuire l’opt-out rate (tasso di “disiscrizione”).

La percentuale degli utenti che cliccano sui link (CTR) è molto variabile e dipende dal settore:
–    Le Newsletter B2B hanno un CTR medio che varia da 5% al 15%
–    Le campagne promozionali B2C hanno un CTR medio che varia da 2% al 12%
–    Le liste segmentate hanno un CTR medio che varia dal 10% al 20%
Per ottenere un CTR alto è consigliabile puntare su una stretta coerenza tra l’oggetto, le aspettative del destinatario e il contenuto reale della newsletter.

Nel caso l’utente clicchi su un link approderà in una Landing Page o in una pagina del sito ottimizzata e dedicata che dovrà essere il più coerente ed immediata possibile per spingere l’utente ad eseguire l’azione richiesta e a trovare subito quello che cerca. È bene tenere sotto controllo il tasso di conversione ma anche il bounce rate ed il tempo trascorso sulla pagina legata alla newsletter, DEM o email promozionale, per comprendere l’efficacia della landing page. Il tasso di conversione medio varia tra l’1% e il 4%.

Una volta che la newsletter o la DEM è pronta bisogna scegliere il momento migliore per inviarla. Si possono fare delle prove per vedere quale giorno e orario funzionano meglio per il proprio business, ma come indicazione generica si può dire che l’invio nei giorni feriali è preferibile rispetto al weekend.

Credits: Immagine tratta dall’articolo di Filippo Toso apparso sul Tagliablog

Condividi
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbe Interessarti

Elisa Montanari
Condividi
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Contatta un consulente ora

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.

SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?