Migliori multistep form: quali sono e come funzionano

Migliori Multistep Form

L’acquisizione di lead, la profilazione utente e il remarketing sono le basi per far crescere il proprio business in modo costante nel tempo. Grazie ai multistep form è possibile acquisire informazioni dettagliate dei potenziali clienti.

Quali sono e come sono fatti i multistep form?

I multistep form, sempre più usati dalle agenzie di marketing, sono esattamente quello che sembrano: sono form da compilare realizzati con moduli a più passaggi per raccogliere informazioni sui lead.

Il loro utilizzo nel marketing, come sui siti web, è crescente sia perchè migliora il CTR e tasso di conversione, sia perché aiuta a reperire più informazioni sui singoli lead.

Il vantaggio principale risiede nel fatto che la richiesta di informazioni viene diluita su più pagine e l’utente non si sente “oppresso” dalla lunghezza delle informazioni richieste che vengono invece segmentate in più step diversi.

Quando si parla di un multistep form non bisogna pensare solo ad una serie di finestre di richiesta informazioni che si aprono in modo sequenziale. Un form a più passaggi può essere anche segmentato in diverse fasi.

Un esempio sono alcuni e-commerce dove per un primo accesso vengono richieste solo le credenziali base o l’utilizzo dei dati personali con i quali si accede ai social network. Poi se si passa all’acquisto di prodotti si inseriscono i dati di recapito, fatturazione e si imposta il metodo di pagamento.

A questo punto, una volta conclusa la transazione e ricevuta la fattura pro-forma, ecco che potrebbe essere richiesto, a discrezione dell’utente finale, se avvalersi o meno della memorizzazione dei dati criptati così che, al successivo ordine, non vengano più richiesti e si semplifichino le modalità ed i tempi di pagamento.

Ecco quindi l’importanza di utilizzare i multistep form in diversi ambiti, dove non necessariamente c’è bisogno di raccogliere solo ed unicamente più dati possibili di un utente, ma anche di semplificare la sua user experience.

I multistep form per migliorare la profilazione utente

La profilazione utente è uno degli elementi del marketing più utilizzati per fare lead generation di qualità che permette di segmentare al meglio i dati utente, così da poterli utilizzare in diverse strategie di marketing.

Google e Facebook da sempre “giocano” su questo aspetto. Avere milioni di informazioni personali da poter rivendere in modo anonimo ai propri clienti per fare pubblicità è il loro core business e mettere un semplice like come lasciare il proprio cellulare o la propria email sono dati sensibili che, se trattati nel rispetto della singola legislazione, possono essere utilizzati per fare marketing.

Ecco perché sempre di più si parla, ma soprattutto si analizza, la sentiment analysis dove lo studio dei sentimenti degli utenti sui social, come in un customer service, sono fondamentali per aumentare il coinvolgimento.

Come scegliere un multistep form

Scegliere i migliori multistep form non è difficile, perché in commercio ne esistono migliaia con prezzi diversi tra loro e che hanno funzioni molto differenti a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Le campagne di lead generation di maggior successo tendono a utilizzare un form multi-step personalizzato, che consente al brand di acquisire i dati di cui ha bisogno dagli utenti senza ricorrere, come dicevamo, a moduli lunghi e intimidatori .

I migliori esempi di conversione con i form

Spesso copiare dai più bravi può essere un valido aiuto. L’importante è non copiare a pappagallo e non solo capire cosa viene fatto, ma soprattutto come.

Ecco perché abbiamo scelto alcuni brand internazionali e siamo andati ad analizzare i loro multistep form e come hanno deciso di utilizzarli per ottenere le massime informazioni possibili dai loro utenti.

1) Zendesk

È sempre utile vedere diverse varianti delle conversioni di progettazione di un form e Zendesk ha un approccio alternativo al multistep form che vale la pena analizzare.
In sostanza abbiamo a che fare con un design di forma tradizionale suddiviso in tre sezioni con un aspetto più verticale.

Zendesk multistep form

I campi modulo sono sovrapposti verticalmente su una barra di avanzamento verticale che si stacca dalla configurazione orizzontale che siamo più abituati a vedere dai moduli multi-step. Soprattutto questo esempio mostra come i design tradizionali possano adattarsi al formato multi-step e illustra il potere di spezzare forme più lunghe in blocchi più facilmente utilizzabili dall’utente finale.

2) Leadformly

Il modulo nella homepage di Leadformly converte circa il 34% dei visitatori in lead. Mentre questo particolare modulo si raddoppia, contemporaneamente incorpora una serie di best practices come la logica condizionale, il design a più passaggi, segnali visivi forti e impostazioni predefinite intelligenti (personalizzazione dell’opzione predefinita in base all’IP address dell’utente o risposte precedenti).

Leadformly Multistep form


Particolare è la barra di avanzamento animata, che si muove come un’insegna da barbiere. Ancora più importante, Leadformly è il miglior strumento di progettazione e ottimizzazione di form in più fasi per le moderne strategie di generazione di lead.

3) Stitch Fix

Stitch Fix invia ai suoi clienti abiti da provare, in base alle loro preferenze e ai consigli personalizzati di moda dei professionisti del settore. Questo servizio altamente personalizzato offre all’azienda la piena libertà di chiedere agli utenti tutte le informazioni di cui ha bisogno, perché sanno che quante più informazioni inviano, migliore sarà il servizio che riceveranno.

Stitch Fix multistep form

Per mantenere intuitivo questo processo, Stitch Fix ha progettato un processo di iscrizione in stile quiz iper-personalizzato che consente di conoscere meglio ogni singolo utente. Ogni volta che un utente seleziona un’opzione, riceve un feedback dal modulo.

4) Square

Come molti brand, Square non ha l’obiettivo di indurre gli utenti a registrarsi per un account e quindi a spingerli per ulteriori dettagli nelle e-mail di follow-up. La società di servizi di pagamento deve ottenere informazioni dettagliate da potenziali clienti al momento della registrazione per creare un account funzionante.

Square multistep form

Come molti altri esempi in questo articolo, Square fa affidamento su una progettazione di moduli in più passaggi per suddividere questo processo in fasi, riducendo al contempo la necessità di digitare informazioni aggiuntive laddove possibile.

5) The Zebra

TheZebra.com ha uno dei migliori moduli di lead generation sul mercato. Non solo hanno fantastiche landing page, ma il processo di acquisizione delle informazioni è incredibilmente ben studiato.

TheZebra multistep form

Dopo aver inserito alcune informazioni di base, TheZebra rende più “gamify” il suo modulo di acquisizione dei lead, migliorando l’accuratezza del preventivo assicurativo ogni volta che si inseriscono ulteriori informazioni. Quando si risponde ad altre domande, un misuratore di percentuale aumenta in tempo reale, incoraggiando l’utente a rispondere ad altre domande.

I lead generation form che convertono

A completamento di questo nostro articolo vogliamo consigliare anche alcuni lead generation form che convertono. Ai clienti della nostra agenzia Neting molte volte facciamo vedere come i brand internazionali lavorano, e spesso rimangono sorpresi di come la semplicità sia veramente la forza vincente della maggior parte di questi progetti.

Ecco quindi alcuni servizi offerti online che utilizzano i form non solo per aumentare i loro contatti, ma anche per convertirli e quindi monetizzare in modo migliore e più proficuo con i beni venduti.

1) Medium

Il brand Medium è sinonimo di semplicità e tutto il progetto è perfettamente allineato a questo valore. Forse potremmo anche dire che è tra i processi di iscrizioni più semplici mai utilizzati, perché richiede solo un paio di clic per iscriversi se si utilizzano le opzioni di Google o Facebook.

Medium lead generation

Quello che colpisce è ciò che si legge sulla sua home page: “Medium non è come qualsiasi altra piattaforma su Internet. Il nostro unico scopo è aiutarti a trovare idee, conoscenze e prospettive convincenti. Non pubblichiamo annunci, noi serviamo te, il curioso lettore che ama imparare cose nuove. Medium è la patria di migliaia di voci indipendenti e uniamo umani e tecnologia per trovare la lettura migliore per te e filtrare il resto”.

Le iscrizioni social non sono esattamente rivoluzionarie, ma anche il processo di iscrizione via e-mail è fluido. Tutto quello che bisogna fare è digitare il proprio indirizzo e-mail, poi un codice di verifica e il gioco è fatto.

2) Marketingautomationinsider.com

Marketing Automation Insider (MAI) aiuta gli imprenditori a scegliere il software di automazione giusto per le loro esigenze. È uno strumento gratuito che li guida attraverso alcune semplici domande e quindi fornisce loro un elenco gratuito di strumenti consigliati.

Marketing Automation Insider lead generation

Il maggior successo con questo modulo è che il formato di domande e risposte consente a MAI di raccogliere tutte le informazioni necessarie sui potenziali clienti per segmentarle con grande precisione.

3) Hubspot Website Grader

Sebbene possa sembrare un semplice strumento il Website Grader di Hubspot o selezionatore di siti web è davvero un lead generation form sotto mentite spoglie. La cosa fantastica è che richiede solo due informazioni prima che inizi a fare il suo lavoro.

Hubspot Website Grader lead generation

Dopo aver inserito il proprio indirizzo web e la email, si può iniziare ad eseguire un SEO audit su un sito web ricevendo una serie di informazioni personalizzate sulle prestazioni del proprio sito. Se facciamo clic su “Prova Hubspot gratuitamente”  verranno richieste ulteriori informazioni, altrimenti si verrà contattati per acquistare il loro software.

4) Hotjar

Hotjar adotta un approccio diverso con la sua strategia di prova gratuita consentendo agli utenti di provare il suo piano “Business” gratuitamente per 15 giorni e poi tornare alla versione gratuita del suo software se non si è soddisfatti.

Hotjar lead generation

È un semplice processo di iscrizione, senza contare che la versione gratuita del software è uno strumento abbastanza capace da soddisfare molte aziende / operatori di mercato, senza che paghino alcunché. Incoraggiando gli utenti a provare prima il piano aziendale a pagamento, Hotjar conta sul mostrare loro i valori aggiunti delle funzionalità a pagamento, così da non poterne più rinunciare al termine della prova gratuita. Gli utenti che normalmente sarebbero soddisfatti della versione gratuita si ritroveranno a pagare per funzionalità che non vogliono perdere.

Conclusioni

Come avrete capito l’acquisizione di lead è e rimarrà ancora per molto tempo il vero punto di forza del marketing e certamente aiutare i clienti di un sito web a lasciare più dati personali possibili è la base dalla quale partire per far crescere il proprio business.


I risultati ottenuti in Neting fino ad ora con i nostri clienti sono più che soddisfacenti, soprattutto quando la scelta dell’utilizzo di multi step form è unita ad una strategia di web marketing mirata.

Se hai un sito e desideri ottimizzare il percorso di conversione per ottenere un maggiore numero di lead form compilati, sei nel posto giusto: affidati a Neting, la nostra web agency di Bologna 😉 





Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Antonio Papini
Antonio Papini giornalista e blogger dal 2005 si occupa di seo, marketing e consulenza aziendale principalmente rivolto alla PMI utilizzando le tecniche di growth hacking per velocizzare i processi di crescita basati sulla comunicazione.
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.