Tutorial Spark AR. Fai decollare il tuo brand su Instagram con i filtri AR

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Spark AR

Se sei un Social Media Addicted sicuramente saprai che Instagram è il “Social del Momento” e negli ultimi anni ovviamente, cavalcando l’onda del successo ha integrato numerose funzionalità nelle sue Stories come sondaggi, domande e filtri AR di Instagram. 
Cerca in tutti i modi di coinvolgere gli utenti e tenerli nella piattaforma più tempo possibile. 
Ora ti starai chiedendo però come tutto questo possa aiutare nella crescita del tuo business… Bene, abbiamo dei suggerimenti per aiutarti ad usare Instagram come un vero professionista, iniziando dalla realtà aumentata delle Instagram Stories. 
Instagram Stories utilizza i filtri dal 2017 e di recente ha portato la realtà aumentata su un nuovo livello. La piattaforma Spark AR, di proprietà di Facebook, consente agli utenti di creare i propri filtri AR interattivi. Nell’agosto 2019 questa piattaforma è stata aperta al pubblico e chiunque può creare filtri per personalizzare le proprie storie e non solo. 
Scopriamo insieme cosa sono i filtri AR di Instagram e perché la creazione di filtri unici può aiutare il tuo business a crescere e aumentare le vendite. 

Cos’è un filtro AR di Instagram?

I filtri per la realtà aumentata, detti AR, sono effetti che vengono sovrapposti dinamicamente all’immagine reale visualizzata dalla fotocamera, sia anteriore che posteriore. 

Questi filtri sono diversi dai filtri preimpostati di Instagram. Questi ultimi elevano la qualità della foto con un clic, cambiando la gradazione del colore, aumentando la nitidezza o saturazione, quindi accorciano il tempo da dedicare alla modifica della foto stessa.
Al contrario i filtri AR sono un elemento interattivo e si muovono mentre ti muovi; pensate al filtro delle orecchie del cane che si sovrappone al tuo viso, impossibile non passare del tempo a guardarsi nella versione cucciolo di se stessi.

Quali sono le novità dei filtri AR?

Facebook durante la sua conferenza di maggio 2019 ha annunciato che chiunque può creare filtri AR personalizzati utilizzando la sua piattaforma Spark AR Studio. 

Nel momento in cui apri per la prima volta Spark AR la piattaforma potrebbe risultare complicata, ma Facebook (o forse dovremmo dire Meta?) offre un elenco di tutorial e guide gratuite in modo che tu possa imparare ad utilizzare al meglio ogni elemento che ha a disposizione questa risorsa. 

Ti guiderà passo dopo passo durante il processo di creazione e un’altra skill importante è che sarai in grado di vedere come sarà l’effetto con un modello adattato al tuo dispositivo personale: se lo desideri infatti puoi cambiare dispositivo di visualizzazione. 

Perchè creare un filtro AR personalizzato per il mio Business?

Questo strumento è un’ottima opzione per i marchi che cercano di raggiungere gli individui più giovani su Instagram: il 67% di tutti gli utenti di Instagram ha un’età compresa tra 18 e 29 anni. Inoltre, un terzo delle storie di Instagram più viste proviene da aziende.

  • Comunica la personalità del tuo marchio 

I filtri AR personalizzati riflettono perfettamente il tono del tuo marchio, adatto soprattutto se questo è giocoso. 

Coca Cola

Non è solo per autopromozione, ma puoi anche creare un filtro per il tuo marchio per mostrare il tuo sostegno alle cause sociali.

WWF
  • Virtual Try On

Il 60% delle aziende utilizza le storie di Instagram per aumentare il coinvolgimento mensile. I filtri AR personalizzati sono ancora definibili come “nuova funzionalità” e non tutti i marchi li utilizzano ancora.

Grazie al Virtual Try-on puoi creare un filtro AR affinché i clienti possano “provare” un prodotto prima di effettuare un acquisto o “indossare” un capo di abbigliamento di marca può accelerare incredibilmente il processo di acquisto.

Rayban
Off-white
  • Aumenta la Brand Awareness

Incorpora il logo o la mascotte del tuo marchio in un filtro AR.

Se il tuo filtro non è promozionale, verrà visualizzato nella Galleria degli effetti di Instagram dove tutti gli utenti (compresi i nuovi follower) potranno trovarlo.

Quando gli utenti condividono i selfie utilizzando il tuo filtro, i loro follower (e potenziali nuovi follower) saranno esposti al tuo marchio.

Quando visualizzi un filtro AR per le storie di Instagram, c’è un pulsante “prova” nella parte in basso a sinistra dello schermo. Gli utenti possono salvare il filtro per utilizzarlo in seguito premendo il pulsante “carica”. Questo è il primo pulsante nella parte inferiore destra dello schermo.

Come creare un filtro con Spark AR Studio 

Step 1: Scarica Spark AR Studio 

Spark AR Studio è disponibile gratuitamente sia per Mac che per Windows cliccando sulla CTA “Scarica”.  

L’unico requisito di cui hai bisogno per usarlo è che tu abbia un account Facebook.

Step 2:  Decidi il tuo Effetto

Una volta installato sul tuo device ti consigliamo di dare un’occhiata ai tutorial che Spark AR offre, per avere un’idea dell’interfaccia con cui andrai ad interagire. 

Dopodiché, quando ti senti pronto ad iniziare, puoi decidere se creare un filtro da zero (Blank Project) oppure utilizzare uno dei Template che Spark AR mette a disposizione. 

Step 3: Inizia a creare nel tuo Spazio

Vedrai un segnaposto centrale appena apri il nuovo progetto, chiamato Viewport. Qui è dove costruirai il tuo filtro.

In alto a destra vedrai il simulatore utilizzato, in questo caso è l’IPhone 8. 

Il pannello di sinistra è quello che utilizzerai per modificare i filtri AR di Instagram Stories. 

Step 4: Incorpora un oggetto 3D

Puoi scegliere una risorsa 3D per il tuo filtro dalla libreria AR o importare il tuo oggetto 3D.

Queste sono alcune delle risorse gratuite della libreria AR:

Dopodichè vedrai la tua risorsa caricata, nel nostro caso diversi tipi di occhiali, nel Viewport. 

Usando il pannello Scena puoi modificare come appariranno, come si muoveranno o come interagiranno con il mondo reale. 

Mentre esplori il pannello Scena a sinistra, vedrai che puoi anche:

  • Cambiare la luce direzionale per dare più profondità ad un oggetto 3D.
  • Scegliere se l’effetto è disponibile per la fotocamera anteriore, la fotocamera posteriore o entrambe.
  • Modificare l’animazione dell’oggetto 3D caricato.
  • Aggiungere più elementi al tuo effetto, come animazioni, trame e materiali aggiuntivi.

Step 5: Crea un filtro bidimensionale

Per creare un filtro bidimensionale invece: 

  • Premi sul pulsante Create New e poi fai clic sulla voce Blank Project, per aprire un nuovo progetto vuoto.
  • Crea la Base sulla quale importare il filtro: nel menu principale del software, fai clic sulla voce Add object, premi sulla dicitura Face Tracker e poi fai clic su Insert
  • Seleziona il livello Face Tracker appena aggiunto e fai clic con il tasto destro del mouse sullo stesso. 
  • Premi sulla voce Add e seleziona la dicitura Plane.
  • Carica il filtro precedentemente creato, selezionandolo dal tuo computer: premi sul pulsante From computer situato in basso nel menu Assets.
    Dopo averlo importato, rinominalo facendo doppio clic sullo stesso, per poterlo ritrovare più velocemente.
  • Fai clic sul livello Plane e, nel menu laterale di destra, espandi il menu Materials, dopodiché fai doppio clic sulla voce Material.
  • Espandi la voce di menu Texture e seleziona il nome del file relativo al filtro che hai già caricato e rinominato. Torna, quindi, nel menu Plane (facendo clic su di esso) e modifica le impostazioni del filtro, per esempio regolando le dimensioni, tramite i menu Position, Scale e Rotation.

Step 6: Pubblica il tuo Effetto

Ora, premi il pulsante “Publish” [↑] nell’angolo in basso a sinistra . Lo troverai proprio sotto il pulsante “Test on Device”.

Il tuo effetto non verrà pubblicato immediatamente, ma verrà esaminato per assicurarsi che rispetti le linee guida di Spark AR. Questo processo può richiedere da pochi giorni fino a una settimana. 

Se il responso sarà positivo, allora sarà facile per gli utenti di Instagram trovare questi filtri. Chiunque visiti il profilo Instagram del tuo marchio può fare clic sulla nuova icona del viso. Tutti i filtri AR che crei vengono visualizzati qui.

Inoltre, gli utenti di Instagram possono scoprire i filtri originali nella nuova Effect Gallery. Tuttavia, i post con brand o promozionali non verranno visualizzati qui.

Se invece vuoi scoprire i filtri che ha creato uno specifico utente, puoi fare clic sull’icona con le tre stelline (terza icona da sinistra) mentre visiti il suo profilo.

Conclusione

Se vuoi creare contenuti personalizzati del tuo Brand puoi contattare i nostri social media Manager. Sfrutta questa feature per aumentare le tue entrate pubblicando contenuti di qualità sui tuoi social network. Cosa aspetti a pubblicare il tuo filtro? 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbe Interessarti

Nadia Righini
Laureata in Design di Prodotto e con una passione per il web marketing. Nello specifico ama il mondo della grafica. Può assomigliare ad Alice nel Paese delle Meraviglie per svariati motivi, tra i quali pensa che tutto sia possibile a patto di crederci veramente!
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Vuoi sfruttare meglio i canali social?

contatta un social media manager di neting

Ecco la tua checklist

Ci sei quasi, ti stiamo inviando la tua checklist editabile. Compila il form qui sotto. Grazie!

Checklist Sito Web Popup