Instagram per aziende locali: 10+1 consigli che devi seguire

Non scappare!

Il caso Instagram dell'uovo con più like

Lo so, temevi l’ennesimo racconto di come quest’uovo sia diventato il post Instagram con più mi piace al mondo.

Beh, non serve raccontare la sua storia ulteriormente.

Non c’è Coca-Cola, Chiara Ferragni, Beyoncé e perfino Ronaldo che tenga. Nessuno lo batte in termini di Like!

Il punto è: se nemmeno brand e personaggi di questo calibro riescono a battere la foto di un semplice uovo, che speranza ha il resto di noi?

Ti starai chiedendo: Come può valere la pena creare e mantenere in vita un account Instagram per le aziende che non sono di tale fama?”

Fortunatamente per il tuo business locale, riuscire ad avere successo su Instagram non è solo questione di contare chi ha più mi piace o follower. Tutto ruota attorno all’engagement che le aziende possono esercitare sui loro stakeholderQuesto è ciò che porta a conversioni e vendite.

Grazie alle giuste strategie di social media marketing, questa sfida quotidiana sta generando contenuti Instagram degni del loro impegno e delle attività successive.

La guida che stai per leggere contiene 11 consigli/promemoria che puoi utilizzare per promuovere con successo la tua attività locale su Instagram, generare coinvolgimento e stimolare le vendite.

1. Anche le aziende devono partecipare e interagire su Instagram!

Instagram, come qualsiasi piattaforma di social media, vive di comunità.

Proprio come la tua azienda è parte integrante della tua comunità locale, è giusto dimostrare di essere membro rispettabile e prezioso anche della community di Instagram.

Questo ti aiuterà a guadagnare followers desiderosi di interagire con i tuoi contenuti, a creare interesse concreto verso il tuo business e quello che esso trasmette.

Sì: Instagram è il social per eccellenza delle Immagini. No: Pubblicare foto e/o video in grande quantità non è abbastanza!

Devi mostrarti interessato se vuoi creare interesse nei tuoi confronti. Non c’è niente da fare!

Quando i tuoi follower cominciano una conversazione nella sezione commenti dei tuoi post, partecipa attivamente a questi discorsi e rispondi a domande, preoccupazioni, lodi e altri sentimenti.

Nell’esempio di Mulino Bianco, il brand stesso propone l’interazione e si cura di rispondere in maniera calorosa ad ogni commento.

Instagram Comunity Manager by Mulino Bianco

2. Le aziende su Instagram sono parte integrante della comunità

Lo abbiamo detto. Le aziende devono partecipare attivamente alla loro vita su Instagram!

Per rafforzare la presenza delle tua azienda su questa piattaforma e nella tua comunità locale puoi cominciare ripostando i contenuti pubblicati dai tuoi “seguaci locali” (coloro frequentano il tuo ristorante/negozio), da altre aziende nella tua zona e da celebrità locali.

Non tutto è idoneo ad apparire nel tuo feed. Scegli accuratamente quali post riproporre. Mettiamo caso che tu abbia un ristorante. Se i tuoi clienti pubblicano una foto di loro stessi mentre stanno cenando nel tuo localetaggandoti, di certo avranno piacere se riposterai la loro foto nel tuo account.

Non solo l’utente sarà felice che i suoi contenuti siano stati ripostati dalla tua attività ma altri follower (da bravi furbetti) lo noteranno e ne prenderanno nota per loro post futuri.

Potrebbero menzionarti a loro volta sulla loro pagina Instagram, aiutandoti a raggiungere i loro follower e più persone nella tua comunità locale.

Fantastico no?

Quando condividi contenuti creati spontaneamente dai clienti, il tuo brand sembra più vicino e umano, come un valido individuo della comunità.

In altre parole, la tua azienda inizia a farsi sentire come un vicino amichevole, col quale è piacevole interagire.

Questa strategia non è solo efficace nel creare una reputazione più forte all’interno della comunità, ma consente anche di risparmiare molto tempo nella creazione di contenuti originali e unici.

Attenzione però: Assicurati di chiedere prima l’approvazione e tagga l’account Instagram dell’utente.

3. Mantenere online un’identità coerente

Essere su Instagram con la tua attività significa dare vita a un’estensione della tua azienda. Per questo è necessario dare un senso di unità su tutte le piattaforme, specialmente in termini di tono e personalità.

Sicuramente piattaforme differenti presentano un pubblico leggermente diverso, specialmente in termini di età. Instagram è per la maggior parte popolato da under 35 mentre Facebook da una popolazione più matura. 

Molte persone, in ogni caso, quando conoscono un’azienda è possibile che la seguano su molti, se non tutti, questi diversi canali. Se il profilo Instagram della tua azienda non rispetta il tono impostato sul tuo sito web, sulla tua pagina Facebook o dei tuoi dipendenti in negoziorischi di confondere i tuoi clienti.

Pertanto, il modo in cui interagisci con i clienti su Instagram e il tono che hai impostato nelle didascalie dei tuoi post devono essere in linea con il modo in cui ci si sente realmente quando si viene a visitare la tua attività di persona.

Altrimenti, potresti ricevere clienti che raggiungono la tua attività aspettandosi il clima gioviale e ottimista che hanno incontrato su Instagram, solo per essere delusi. Questa delusione crea indubbiamente distacco e disagio e potresti perderli facilmente anche solo per una risposta poco cordiale.

Stai già pensando di mollare? Tutti questi punti sono step da affrontare per puntare su una strategia di qualità! Se non sei certo di poterli mettere in atto da solo, hai mai pensato alla gestione esterna delle attività sui tuoi canali social?

Mentre ci pensi, proseguiamo col punto numero 4! 😉

4. No ai post doppioni su Instagram e Facebook

Mentre il tono e la personalità che stanno dietro i tuoi post devono rimanere coerenti sui diversi canali, troppe somiglianze possono essere dannose. Devi muoverti con cautela tra la coerenza e la pubblicazione di contenuti esclusivi dedicati e formattati per le diverse piattaforme social nelle quali sei presente.

No quindi a quello che in inglese viene definito “blanket posting” ovvero utilizzare lo stesso messaggio e il medesimo contenuto su diverse piattaforme di social media.

Così, la comunicazione smette di essere coinvolgente e inizia a essere ridondante. Ricorda, ogni canale è diverso e dovrebbe essere trattato come tale.

Think differentAd esempio, se stai postando il volantino di un evento su Instagram, pubblicane altre versioni su ciascuno dei tuoi social network per invogliare le persone a seguirti su tutti loro. Oppure, dopo l’avvenimento, posta per ogni account foto di momenti diversi dell’evento stesso. Oppure ancora, se hai condiviso un post sul blog su Facebook, tweetta alcuni dei punti principali e trasforma una delle citazioni in un’immagine per Instagram.

Sempre meglio, insomma, non copia e incollare le tue creatività da una piattaforma all’altra ma utilizzare ciascun canale in modo appropriato anche per promuovere la stessa causa.

Prendiamo Coca-Cola. La promulgazione dello stesso evento viene comunicata sulla pagina Facebook attraverso un video in copertina e su Instagram con un post dalla grafica leggermente diversa.

Marketing Facebook di Cocacola
Post pubblicitario Instagram di Cocacola

Ciò consente a ciascun post di essere unico, nonostante promuova lo stesso evento.

5. Rendiamo tangibile il lifestyle aziendale

Il mood, lo stile di vita che trasmette la tua azienda può essere definito come le sensazioni che proverà un cliente dopo aver acquistato i tuoi prodotti.

Dato che Instagram è una piattaforma di social media visiva, è il canale perfetto per dimostrare il lifestyle del tuo negozio/ristorante.

Proponendo le immagini dei tuoi prodotti/servizi in “azione”, consenti ai clienti di immaginare di vivere il tuo mood, rafforzando così il valore complessivo del marchio e incoraggiando tali clienti a effettuare un acquisto.

Assolutamente da seguire Miscusi. Su tutti i social.

Pagina Instagram di Miscusi. Lifestile aziendale tangibile.

Non solo.

Quando devi creare immagini o video prendi spunto da quello che hai intorno a te. Punta a fare leva sulle emozioni riguardo al luogo, la città in cui si trova la tua azienda. Incorpora nella tua comunicazione punti di riferimento popolari della tua città. Ritrai uno dei tuoi prodotti vicino al monumento del centro o la vista della piazza dal tuo negozio. Questi luoghi non solo sono riconoscibili e familiari ma aiuteranno a formare l’dea dei clienti dei tuoi prodotti nella loro vita.

6. “Santificare le feste” non basta

Post Instagram della Kinder per "santificare" Carnevale

Fantastica la creatività della Kinder che ha addirittura realizzato un prodotto a tema carnevalesco.

Eh già, le festività sono quasi sempre un argomento che genera coinvolgimento e le aziende ne approfittano sempre prontamente come spunto per le loro creatività. Ci sono però anche altri argomenti di cui è possibile sfruttare la popolarità per la creazione di contenuti per Instagram accattivanti.

Cerca e trova gli hashtag di tendenza nella tua zona, presta attenzione alle notizie, agli eventi locali e persino alle feste che caratterizzano la tua comunità. Per questo ti sarà utile seguire altre aziende, celebrità locali e altri leader della comunità: puoi guardare il loro Instagram per trarre ispirazione dalle tendenze e dalle parole chiave locali da utilizzare.

Tuttavia, c’è un lato oscuro nell’affrontare argomenti in auge. Non farti prendere dalla tua voglia di fare newsjacking a tutti i costi. Alcuni brand si spingono oltre fomentando argomenti che sarebbe meglio lasciar perdere.

Valuta con buon senso se cogliere la palla al balzo, parlando delle ultime notizie.

7. Focus sugli hashtag localizzati

Ci sono molti parallelismi tra hashtag e keyword SEO.

Per ottimizzare la copertura locale della tua pagina Instagram, devi concentrarti su hashtag localizzati.

Ciò consente alle persone della tua zona di trovare i tuoi post e la tua attività attraverso hashtag specifici della tua zonaSe la gente sta cercando Instagram un parrucchiere a Bologna (e tu sei un parrucchiere di Bologna), vuoi di certo che i post Instagram del tuo salone appaiono nelle ricerche delle persone. Pertanto creerai hashtag simili a #ParruchiereBologna.

La sfida, in termini di hashtag localizzati, è sapere come raggiungere i tuoi seguaci locali. Quei vicini di casa che potrebbero esser potenziali clienti se solo tu fossi in grado di mostrargli quanto sia fantastico il tuo servizio!

Puoi utilizzare diversi tool come Hashtagify o Focalmark, che ti consentono di inserire una parola chiave/hashtag e vedere altre parole e frasi correlate.

Questi strumenti sono fenomenali per tenere traccia delle prestazioni di vari hashtag e allo stesso tempo ottenere ispirazione per generarne di nuovi. Puoi sfruttarli per trovare ottimi hashtag locali e capire meglio come le persone effettuano ricerche nella tua zona.

8. Non lasciamo inlinkato il linkabile

Instagram non fornisce la possibilità di mettere link nei post. L’unica possibilità di inserire un link funzionante è nella biografia dell’account. È fondamentale sfruttare questo unico spazio meglio che puoi.

Senza questo link, i follower non potranno convertire visitando il tuo sito Web, generando traffico e acquistando i tuoi prodotti.

Quindi, ovunque tu voglia direzionare i tuoi follower tramite Instagram, quel link deve essere nella tua biografia (ed essere funzionante! Non scherziamo.).

Nella biografia, in quanto azienda diretta ai consumatori, sarà anche cruciale includere il tuo indirizzo, in modo che i follower sappiano dove trovarti!

9. “Come ti Nametag?”

È importante rendere le cose semplici ai tuoi consumatori-follower e il Nametag nasce proprio come semplificatore di azioni.

Sai già di cosa si tratta? Il Nametag si propone come corrispettivo di un biglietto da visita per le persone che si incontrano e vogliono tenersi in contatto attraverso Instagram.

Funziona come un QR code: un utente di Instagram, inquadrando il Nametag di un altro utente, può accedere direttamente al suo profilo senza dover digitare nella barra di ricerca il suo nome.
È estremamente utile specialmente se l’username che usi sull’IG della tua azienda è leggermente diverso dal nome con cui è conosciuta.

Stampa una copia del tuo tuo Nametag e attaccalo dove visibile ai tuoi clienti (sul bancone, nelle vetrine) in modo che chi viene in contatto prima col tuo negozio fisico ti possa seguire anche online con un solo click.
Vi si accede sul proprio profilo nel menù hamburger in alto a destra. Come con i tradizionali biglietti da visita, è possibile personalizzare il proprio Nametag, scegliendo tra uno sfondo colorato, emoji o selfie. 

Dove si trova Nametag di Instagram

10. Geotaggare non basta mai

Questo è un altro trucchetto che, anche se può sembrare ovvio, molte aziende dimenticano di eseguire.

Se vuoi che i follower di Instagram scoprano e visitino il tuo negozio di frutta e verdura devi dire loro (e ad Instagram) dove trovare la tua attività.

Puoi geotaggare i post con scegliendo la tua posizione specifica. Quando gli utenti fanno clic sul link della posizione, vengono portati nella pagina della mappa all’interno dell’app che mostra esattamente dove si trovano i tuoi ortaggi. In questa pagina, vi saranno anche altri contenuti pubblicati nella medesima posizione (da te o dai tuoi clienti).

Tuttavia, ogni tanto potresti taggare la piazza della tua città, invece che sempre e solamente il tuo negozio specifico. Questo ti farà notare da chi è passato per il centro ma non aveva notato il tuo negozio!

Tieni duro, ancora un’ultima cosa da ricordare:

10+1. Monitorare e misurare come mantra di vita

Le attitudini e i comportamenti dei consumatori/follower cambiano ed anche velocemente.

Presta sempre attenzione al contenuto che crea maggior coinvolgimento e indaga sul motivo per cui si sono verificati improvvisi picchi di Mi piace, Commenti e Condivisioni.

Quando possibile, chiedi anche direttamente a chi visita il tuo locale, interessati su cosa li incuriosisce maggiormente e perché li ha attirati.

Le informazioni che condividono con te sono inestimabili e da prendere come oro colato per la tua azienda.

Questo Instagram sà da fà, e pure bene

Avere un account di successo su Instagram sta diventando sempre più importante per le imprese locali che cercano di competere nell’era digitale. Con 800 milioni di utenti e il 63% di questi utenti attivi ogni giorno, questo network è una miniera di potenziali vendite che non possono essere ignorate.

È facile farsi elettrizzare da questi numeri e dal potenziale di vendita di Instagram ma il vero successo su questa piattaforma si ottiene ponendo al centro le persone dietro quei numeri.

Instagram è una comunità che ti chiede di far parte di essa. Più valore offri ai tuoi follower, maggiore è il coinvolgimento e la tua portata del tuo successo.

Se non sei certo di poter riuscire da solo a creare una strategia vincente, o non hai il tempo di farlo, o semplicemente lo stai già facendo ma credi di poter migliorare, non ti preoccupare! Scrivici e progettiamo insieme la migliore campagna Instagram per la tua azienda!

Condividi
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbe Interessarti

Sara Paolini
Laureata in Comunicazione ho conseguito la qualifica ‘Tecnico Commerciale Digital Marketing’. Una grande passione prima ancora di titoli di studio. Amo il contatto con le persone, imparare, viaggiare, recitare, suonare il piano, cantare (sola) in macchina, le frasi motivazionali, il dolcino di inizio/durante/fine pasto e ogni tanto andare in palestra. “Tuffati nelle tue paure e trasformale in possibilità”.
Condividi
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Contatta un consulente ora

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.

SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?