Youtube Marketing: Consigli e Strategie

Ne siamo tutti a conoscenza.

I video sono tutt’oggi il media preferito dagli utenti. Non solo! Anche i social media li gradiscono, e non poco. Gli audiovisivi infatti, necessitando di più tempo di fruizione rispetto a immagine e testo, trattenendo gli utenti per maggiore durata sulle piattaforme online.

Se hai intenzione di far parlare del tuo brand o sito web, oppure sono i video stessi i contenuti che vuoi lanciare tramite un’accurata strategia di web marketing, dovrai dedicare parte della tua attenzione a fare… YouTube Marketing!

Youtube: la giusta piattaforma web

Youtube: la piattaforma video più popolare del web che appartiene al motore di ricerca più grande al mondo, Google! Ma Youtube non può essere considerata solo il social dei video: è il secondo motore di ricerca più popolare al mondo, superato solo da Google stesso.

Hai dei dubbi? Anche se la maggioranza delle persone non pensa a YouTube principalmente come motore di ricerca, questo è esattamente ciò che la maggior parte dei visitatori fa sul questo sito.

Cosa bisogna fare, sapere, per strutturare una strategia su Youtube fin dall’inizio in maniera performante?

Beh, dirai tu, è ovvio! Prima di tutto è necessario capire cosa le persone hanno voglia di guardare!

E hai ragione. Ma non basta.

Per farti conoscere a persone potenzialmente interessate, è innanzitutto fondamentale partire dalle basi del web marketing:

Non da meno, come dicevamo prima, è dedurre gli intenti di ricerca del nostro pubblico di riferimento per cercare di capire come questo pensa e cosa vorrebbe vedere.

Per approfondire questo aspetto ti consigliamo di informarti, un buon punto di partenza può essere il nostro articolo riguardo al target marketing!

Tuttavia, proprio come ogni attività SEO, volta ad ottimizzare i testi da pubblicare in rete, dovrai sicuramente cercare le keywords più gettonate su Google dagli utenti.

Anche fare Youtube Marketing prevede infatti una serie di attività che riguardano le ricerche on line e l’uso strategico della piattaforma.

Di questo parleremo più approfonditamente in seguito.

Chi è il tuo pubblico su Youtube? Le diverse tipologie di target sul web

Devi sapere che per accontentare le esigenze degli utenti on line, i tuoi spettatori, bisogna fare distinzione tra due comportamenti degli utenti, piuttosto differenti.

Vi sono utenti che usano Youtube cercando video in maniera approssimativa e utenti che prestano più attenzione alle loro ricerche, selezionando con cura i contenuti e guardando fino all’ultimo secondo ogni video.

Dunque, nell’universo delle piattaforme digitali, si possono distinguerediverse tipologie di comportamento del pubblico. Vi è sia chi presta meno attenzione alla qualità come anche chi possiede una cultura critica sugli audiovisivi e usa Youtube in modo più strategico e meticoloso.

Tale target, che sia appassionato di video-notizie sullo sport piuttosto che di video-ricette, sfrutta youtube come un vero e proprio motore di ricerca (come dicevamo sopra).

Sbircia, studia, conosce diversi youtubers e sceglie quali canali seguire. Si accinge ad inserire uno o diversi canali video nella propria lista “Preferiti”, in modo da averli sempre salvati e poterli riguardare. Questo inoltre suggerisce al motore di ricerca quali sono i suoi interessi di fruizione.

E’ doveroso, dunque, per poter fidelizzare una buona fetta di pubblico al tuo canale, procedere alla creazione e pubblicazione tenendo conto di:

  1. Come i tuoi video sono trovati on line
  2. Perché gli utenti hanno cercato i tuoi video;
  3. Qual’è il traffico relativo alla visualizzazione dei video
  4. Quando (date ed orari) vengono visti i tuoi video
  5. Che cosa/Quale momento dei tuoi video appassiona di più i tuoi spettatori

In base alla conoscenza di tali fattori, puoi migliorare il traffico del web tuo canale Youtube ed usare la piattaforme in modo più appropriato per accrescere la popolarità dei tuoi video!

Whatch Time: i motori di ricerca premiano la qualità

Devi tenere conto di una metrica fondamentale riguardante il video marketing, la cosiddetta whatch time: il tempo che un utente impiega per la visulizzazione di un video. Questo valore rappresenta il fattore principale per il posizionamento del video sui motori di ricerca e su Youtube stesso.

Sia Google che Youtube attribuiscono alti valori di rank ai tuoi video se questi registrano una maggiore durata del tempo di visione da parte degli spettatori, preferendola ad un elevato numero di visualizzazioni dalla breve durata (che consiste quindi in diversi abbandoni dopo i primi attimi del video).

Per fare al meglio Youtube Marketing, devi dunque puntare ad intrattenere e trattenere uno spettatore sui tuoi video quanto più tempo è possibile, tramite un contenuto audiovisivo che racconti una storia articolata, che colpisca o fornisca informazioni, in linea con i suoi interessi.

Se sei in cerca di qualche idea riguardo a su che tipologia di video vorresti trattare o quale farebbe al caso tuo, potresti dare un occhio al nostro blogpost sul Video Marketing 😉

In ogni caso, prestando attenzione alla whatch time potrai renderti conto in quale momento, secondo, i tuoi video smettono di avere appeal. Il tempo di visione ci restituisce un’idea di dove migliorare il nostro contenuto e se stiamo rivolgendoci alle persone giuste.

Pratiche web di ottimizzazione su Youtube

Per attirare visualizzazioni sul tuo canale Youtube puoi utilizzare diverse strategie web dedicandoti al corretto utilizzo della piattaforma.

Youtube tips!

Ecco di seguito alcuni step fondamentali da tenere in considerazione e sfruttare per il tuo canale Youtube.

-Creare playlist: crea diverse Playlist sul tuo canale Youtube. In tal modo, i tuoi video possono ottenere numerose visualizzazioni dalla potenziale lunga durata. Questa funzione rappresenta un vero e proprio “internal linking”.

Categorizzando dai la possibilità a Google di capire di cosa parlano i tuoi media e permettergli di indicizzare le varie playlist della piattaforma tra i suoi risultati di ricerca.

Basa le Playlist di Youtube su determinate tematiche, concentrate cada una su un argomento in particolare che tratti sul canale. Queste devono includere titoli efficaci e descrizioni ottimizzate con la keyword principale di riferimento.

-Contenuti in primo piano: funzione fondamentale; questa possibilità di Youtube ti permette di promuovere un tuo video o una tua playlist rispetto altri video presenti nella piattaforma.

-Usufruire di schede e schermate finali: hanno soppiantato le vecchie annotazioni di Youtube. Le schede sono delle notifiche che si possono configurare per promuovere vari video sul tuo canale; si manifestano con un piccolo riquadro in alto a destra dello schermo dove viene riprodotta una breve anteprima del video.

Le schermate finali sono invece più indicate per aumentare il tempo di visualizzazione sul tuo canale youtube. Portano lo spettatore, verso gli ultimi minuti di un video, a guardare altri tuoi video disponibili sulla piattaforma in base a cronologia e interessi.

-Social e interazioni: un altro fattore importante per aumentare la visibilità dei tuoi video on line sono le condivisioni sui social media. Genera reaction, commenti, condivisioni… Sfrutta il potere mediatico e di interazione di social come Facebook e Instagram. Non te ne pentirai.

Ciò nonostante, evita di testare queste piattaforme in maniera poco professionale. Se non sei un esperto o senti di avere lacune in materia, affidati a un social media manager.

SEO tips per Youtube!

Come ho già detto, Youtube è uno dei principali motori di ricerca al mondo, e questo è uno dei motivi per cui è uno strumento promozionale così attraente per le aziende. Immagina solo tutta la copertura potenziale, con quasi due miliardi di utenti mensili!

Ciò significa, molto semplicemente, che se ti prendi il tempo per ottimizzare i tuoi video e produci contenuti qualità su base regolare, puoi aumentare notevolmente le possibilità di raggiungere un pubblico ampio e mirato. 

Quindi, in che modo ottimizzare esattamente i tuoi video di YouTube?

Ci sono diversi fattori importanti che contano per la classifica dei risultati di ricerca.

Alcuni sono completamente sotto il tuo controllo (come le parole chiave che usi e il modo in cui li usi) mentre su altri non hai potere (ad esempio quante persone si iscrivono subito dopo aver visto uno dei tuoi video).

Ecco alcuni dei fattori più importanti che devi conoscere e usare al meglio:

  1. Utilizzare delle keywords nel titolo e nel sottotitolo del video.
  2. Usufruire di tutti i 500 caratteri disponibili nel box dei tag, variando con keywords, dalle più alle meno specifiche.
  3. Scrivere i sottotitoli del tuo video pensando al posizionamento. Cercando un video nel motore di ricerca può comparire l’etichetta CC (Closed Captions) del video, che contrassegna la presenza di sottotitoli ottimizzati SEO con le keywords di riferimento.
  4. Rinominare il file del tuo video con la principale parola chiave prima di caricarlo su Youtube.
  5. Utilizzare i tag corretti per assicurarti che YouTube sappia di cosa parla il tuo canale. Essi servono perché Youtube possa consigliare i tuoi video agli utenti che hanno interessi coerenti ai tuoi prodotti, tematiche e contenuti.
    Fanno trovare il tuo video tra quelli correlati che appaiono sul display di un utente, e questo succede solo se il tuo video include le stesse parole chiave di un video visionato precedentemente.
  6. Utilizzare la Thumbnail: un’immagine in miniatura che deve essere in alta risoluzione e possibilmente accattivante, di minimo 1280 x 720 pixel (formato 16:9). Tale immagine deve essere visualizzabile anche dai dispositivi mobili su cui appare più piccola, e deve esemplificare i contenuti del video nonché del titolo inserito.
  7. Implementare una trascrizione video è un ottimo modo per rendere i tuoi video più gratificabili dai robot di ricerca. È utile anche per gli spettatori: se devono controllare l’ortografia di una parola o non possono aumentare il volume per ascoltare il video, possono comunque accedere al contenuto.
  8. Incrementare la Backlink: per rendere autorevole un canale Youtube, è importante che i tuoi video siano visitati anche tramite link esterni presenti su siti web, blog e social network.

Concludiamo smart

Bene! Sei arrivato in fondo e hai imparato qualcosa. 😉 O forse questi consigli e riflessioni ti hanno aiutato a mettere in ordine le idee per il tuo progetto di Youtube marketing.

Come ci siamo già detti, però, tali strategie video trovano il loro senso e successo solo se integrate in una strategia completa di web marketing.

Non ti preoccupare! Questo non ti deve essere di impedimento. Se credi di avere qualche buona intuizione non esitare a contattarci.

Fatti sentire e costruiamo il tuo progetto insieme 🙂

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe Interessarti

Marco Zucca
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
SCRIVI UN GUEST POST

Sei un blogger e sei interessato a scrivere articoli per il Blog di Neting?

Vuoi approfondire questo argomento?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di aiuto per il tuo business?
I nostri esperti sono a tua disposizione.