L’importanza dell’hosting web: come fare una scelta SEO-friendly

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ormai lo sappiamo, la SEO non è soltanto fare una keyword research e inserire tag title e meta description su una pagina web. L’ottimizzazione sui motori di ricerca comporta una serie di scelte e accorgimenti su tanti aspetti, che possono fare una grande differenza nel modo in cui un sito web si posiziona in SERP. 

Scegliere l’hosting giusto è uno dei fattori cruciali. Quando si apre un sito non basta registrare un dominio, c’è bisogno anche di uno spazio in cui ospitarlo, ossia un hosting, che è proprio lo spazio su cui caricare i file del sito e che restituirà risultati e contenuti all’utente che naviga. 

Ma quanto impatta l’hosting web sulla SEO? Scopriamolo insieme, e vediamo anche come elaborare una strategia SEO-friendly

Sì, l’hosting influenza la SEO, ma come?

Sono diversi i fattori da prendere in considerazione quando si cercano rapporti di causa ed effetto tra hosting e SEO, e ti anticipiamo subito che molti di questi hanno a che fare con un concetto fondamentale, ovvero la user experience

L’hosting, infatti, impatta sulla SEO in modo un po’ indiretto: i motori di ricerca (per citarne uno, Google) nel creare un ranking valutano proprio l’esperienza dell’utente sul sito web. Perché quest’ultimo ottenga un punteggio alto, e dunque un buon posizionamento nei risultati di ricerca, le esigenze del visitatore durante la navigazione devono essere soddisfatte, e questo vuol dire tante cose. Una tra tutte, che l’utente abbia trovato effettivamente quello che cercava, ma anche che ciò sia avvenuto in tempi rapidi e che non abbia incontrato intoppi durante il suo percorso. 

Passiamo ora a descrivere più nel dettaglio alcuni fattori che incidono sulla User Experience, e quindi sulla SEO, che sono strettamente legati all’hosting. Nello specifico parliamo di: 

  • tempo di attività;
  • velocità di caricamento;
  • posizione del server;
  • sicurezza.

Tempo di attività

Per cominciare, il tempo di attività, o Uptime, è la quantità di tempo in cui il tuo sito web è attivo e funzionante. Quando il tuo sito è “attivo”, i visitatori possono accedervi senza problemi. In rete puoi trovare diversi tool per la misurazione dell’uptime del server, tra cui UptimeRobot.

Il tempo di inattività, al contrario, è un male. Se Google o un utente sta cercando di accedere al tuo sito e si verifica costantemente un timeout o il server non può restituire un risultato, la user experience del tuo sito web sarà carente. Garantire un tempo di attività il più vicino possibile al 100% è fondamentale per fornire un’esperienza utente adeguata e piacevole.

Velocità di caricamento

Il tempo di caricamento incide sul posizionamento del tuo sito web, ed è ormai ufficialmente riconosciuto tra i fattori di ranking per Google. Capirne i motivi non è complicato: se un utente non riceve i risultati in tempi ragionevoli (e per tempi ragionevoli intendiamo 2-3 secondi massimo) è molto probabile che abbandonerà la pagina, per non tornare mai più. 

Dunque se il server è lento, ossia se impiega più di 100 millisecondi per caricare il primo byte, il traffico del tuo sito web ne risentirà. Idealmente un tempo di caricamento accettabile sarebbe la metà, 50 millisecondi. Ecco perché è importante monitorare costantemente la velocità di caricamento del tuo sito web, e online puoi trovare diversi tool che ti permetteranno di fare dei Load Test. Ne abbiamo selezionati alcuni per te in questo articolo

Esempio di Load Test Tool – gtmetrix.com

Posizione del server

Già, i motori di ricerca verificano anche la posizione di un sito web quando devono restituire un risultato. Si tratta del luogo fisico in cui si trova il server web, ed è importante perché se l’utente che effettua la ricerca si trova in Italia, ad esempio, Google tenderà a mostrare siti web che si collocano in Italia.

Per verificare la posizione del server è sufficiente visualizzare l’indirizzo IP, che viene assegnato in base al luogo del server che ospita il sito web. 

Sicurezza

Un altro aspetto per il quale il tuo hosting può influenzare indirettamente i tassi di conversione è attraverso la reputazione. Se il tuo sito è stato violato a causa di problemi di sicurezza con l’hosting meno persone si fideranno della sua sicurezza.

Fattori di ranking per Google – Fonte

Spesso accade che i server siano soggetti ad attacchi hacker, o che vengano aggiunti link irrilevanti al sito all’insaputa dei proprietari, penalizzandolo fortemente dal punto di vista del ranking. Scegliere un provider di hosting che ti protegga da questi attacchi è quindi fondamentale!

Un altro accorgimento che ti consigliamo di operare è quello di assicurarti che il provider web disponga di backup regolari adeguati del tuo sito web. In questo modo potrai recuperarlo facilmente in caso di violazione della sicurezza.

Ulteriori consigli pratici per la tua strategia SEO

Come è evidente a questo punto, è buona pratica compiere delle scelte legate all’hosting che siano il più possibile adeguate in ottica SEO, tra cui mantenere il sito web sicuro e tenere monitorati i tempi di caricamento. 

Ecco allora due ulteriori aspetti da considerare per guadagnare posizioni nei risultati di ricerca grazie all’hosting web:

  • Scegli un provider che supporti opportunità di scalabilità

Inizialmente il tuo sito web potrebbe non prevedere grossi flussi di traffico, ma col tempo potrebbe crescere e necessitare di risorse maggiori per soddisfare le richieste del server. Per questo motivo, gioca d’anticipo e scegli un hosting che ti permetta di avere spazio e servizi scalabili. 

  • Prendi in considerazione un hosting managed

Per managed hosting si intende un server seguito dai tecnici del provider, dunque sceglierlo significa affidare al provider la gestione del server e dell’esperienza dell’utente. Ovviamente, il costo di questo tipo di servizio è più alto, ma spesso ne vale la pena, essendo una strada più sicura soprattutto in caso di imprevisti come picchi di traffico o attacchi hacker. 

Conclusioni

La scelta dell’hosting ha un impatto significativo sulle prestazioni e sulla reputazione del tuo sito web, e se ben studiata e ponderata può alleggerire il carico di lavoro SEO per te e la tua azienda e garantire risultati eccellenti in termini di esperienza utente e di conversioni. 
Ottimizzare un sito web è un processo complesso, e gli aspetti da curare sono diversi. Spesso affidarsi ad un team di esperti si rivela la decisione più indicata, e noi di Neting siamo qui per questo. Contattaci per ricevere una consulenza.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbe Interessarti

Marco Zucca
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Vuoi migliorare il posizionamento SEO e la visibilità del tuo sito su Google?

contatta uN ESPERTO seo di NETING

Ecco la tua checklist

Ci sei quasi, ti stiamo inviando la tua checklist editabile. Compila il form qui sotto. Grazie!

Checklist Sito Web Popup