Black Friday e Cyber Monday: le best practices SEO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Black Friday: le best practices SEO

Il Black Friday si avvicina, e con esso il Cyber Monday: negli ultimi anni questi due giorni sono diventati sempre più celebri tra i consumatori e fondamentali per i commercianti, offline come online. Il web marketing si è evoluto e sono nate strategie specifiche, da parte degli store online, per cavalcare l’onda e sfruttare appieno questo periodo in cui i consumatori si dimostrano più propensi agli acquisti, siano essi necessari o semplici sfizi. Vediamo insieme le accortezze e i consigli, SEO e non, per far decollare le vendite del tuo ecommerce in vista di Black Friday e Cyber Monday.

Origini del Black Friday

ll Black Friday è il venerdì che segue il giorno del Ringraziamento negli Stati Uniti. Proprio per questo si colloca sempre a novembre e da tempo viene considerato il giorno in cui iniziano ufficialmente gli acquisti natalizi.

Non c’è una forte certezza quando si parla dell’origine del Black Friday. Alcuni attribuiscono questo nome al fatto che la polizia di Philadelphia fosse abituata a definire in tale modo questa giornata caratterizzata da un paralizzante traffico stradale. Un’altra spiegazione, invece, è che nel passato i contabili utilizzassero l’inchiostro rosso per annotare le perdite e quello nero per annotare i guadagni (certo, tutto questo prima dell’avvento della digitalizzazione).

Oggi il “venerdì nero” è molto più del giorno in cui iniziano gli acquisti natalizi. È l’occasione per tutti i retailer di scontare ogni categoria di prodotto, creando offerte uniche e aumentando i loro guadagni. È anche il giorno che i clienti aspettano per tutto l’anno per acquistare il prodotto che desiderano al miglior prezzo.

Insomma, una vittoria per entrambi.

Origini del Cyber Monday

Proprio due giorni dopo il Black Friday si celebra invece il Cyber Monday. Un evento creato proprio dai commercianti nel 2005 per stimolare lo shopping online. Anche il Cyber Monday ha continuato a crescere negli ultimi 14 anni ed è oggi internazionalmente riconosciuto, nonostante i numeri siano migliori per il Black Friday.

Siamo sicuri che quando pensi al Black Friday non puoi evitare di dipingere nella tua mente immagini di folle urlanti che attendono l’apertura del negozio e lottano per avere l’ultimo pezzo di elettronica al 50% di sconto.

Questo è quello che era solito accadere, ma negli ultimi anni si è notato un lento, ma perseverante passaggio allo shopping online. Infatti, oggi sono molte le persone che preferiscono la comodità della propria casa all’esperienza del negozio. Questo non significa che gli store offline siano sull’orlo del fallimento. Infatti, molte persone preferiscono comprare sia online che offline, oppure utilizzare l’opzione acquista e ritira in negozio.

Cosa significa tutto questo per il tuo business?

Primo, che bisogna aspettarsi un sempre maggior numero di persone che acquista online.

Secondo, che i tuoi competitor potrebbero offrire sconti già da prima del Black Friday.Se saprai utilizzare tutte le informazioni che ti forniremo per invitare i tuoi utenti ad acquistare online le tue promozioni uniche e personalizzate, spingendo le giuste leve, avrai vinto i tuoi competitor e i tuoi clienti.

 I Dati delle vendite del Black Friday

Il Black Friday ha un impatto incredibile sull’economia globale e il suo mercato continua a crescere: basti solo osservare il grafico di Statista che confronta i dati degli ultimi due anni per i vari Paesi.

Dati Black Friday

La domanda è: come sfruttare al meglio questa opportunità?

In questo articolo ti illustreremo consigli e strategie che ti aiuteranno a preparare il tuo store e le tue campagne per questo evento unico.

Pronto?

Iniziamo subito! 🚀

Il Decalogo SEO (ma non solo) per ottenere più vendite durante il Black Friday

#1: Crea la pagina in anticipo

Assicurati di creare la pagina molto prima della vendita in modo che Googlebot abbia il tempo di scoprire e indicizzare la pagina. 

Assicurati di non impedire a Google di eseguire la scansione dell’URL (lo strumento di controllo degli URL di Google può essere utilizzato per verificarlo). Assicurati che non ci siano blocchi da robots.txt e che non sia inserito un noindex.

Utilizza un URL ricorrente, non uno nuovo per ogni occorrenza dell’evento. Assegna alla landing page un URL significativo che rifletta l’evento che viene utilizzato ogni anno, per esempio:

  • www.miosito.it/black-friday: è corretto, perchè non riferito a uno specifico anno e riutilizzabile per tutte le future occorrenze dell’evento
  • www.miosito.it/black-friday-2020: non è corretto, perchè valido per il solo anno 2020 e ti mette in condizione di creare url nuovi (da far indicizzare a Google) per gli anni successivi

#2: Controlla la SEO

Segui le migliori pratiche SEO standard, in particolare fai attenzione a:

  • Risolvere gli errori lato client e server come i 404 e 503
  • Reindirizzamenti 301 su collegamenti interrotti e landing pages perse
  • Garantire che i server possano gestire un elevato traffico di visitatori
  • Ottimizzazione della velocità della pagina per caricamenti rapidi

Quando si parla di landing pages in particolare è importante:

  • Ottimizzare i meta tags e le description con parole chiave mirate per il “Black Friday”
  • Inserire call-to-action visibili per aiutare la conversione
  • Fornire informazioni chiare agli utenti per localizzare o contattare lo stabilimento fisico
  • Collegare la landing page dalla homepage per aumentare la visibilità, aiutando gli utenti (e anche il crawler di Google) a trovarla con facilità e immediatezza

Idealmente, queste pratiche dovrebbero essere messe in pratica in generale per la gestione di una piattaforma di e-commerce. 

#3: Assicurati di avere uno store mobile-friendly

Uno dei trend principali del periodo del Black Friday e Cyber Monday è sicuramente la crescita dell’uso dei dispositivi mobili per fare shopping.

Questo significa che il tuo store deve essere ottimizzato per questi dispositivi, e deve essere funzionale per permettere al tuo cliente una esperienza ottimale. Secondo Adobe Digital Insights, le visite dai siti web tramite mobile sono aumentate esponenzialmente in questi anni, ciò rafforza l’importanza di ottimizzare le prestazioni da mobile in quanto oramai l’esperienza di acquisto è sempre più multicanale.

Prendi in considerazione l’utilizzo di AMP per i tuoi annunci se scegli come target i dispositivi mobili e crea un copy ottimizzato per una lettura più semplice su uno schermo mobile.

Per “AMP” si intende il framework Open Source denominato “Accelerated Mobile Pages” ed è stato creato con un obiettivo principale: creare tempi di caricamento veloci per gli utenti mobili. Proprio per questo oggi molte aziende stanno abbracciando questa tecnologia, infatti tempi di caricamento più veloci significa ridurre le possibilità che un utente abbandoni il sito prima di effettuare una conversione. 

Con l’aiuto dei plugin giusti, anche gli utenti di WordPress possono pubblicare su AMP con facilità.

#4: Cura la User Experience

Oggi i consumatori hanno aspettative molto alte. Tutto a causa di aziende come Amazon che offrono servizi come spedizione gratuita, consegna in un giorno, ecc. E adesso questi clienti si aspettano lo stesso trattamento da ogni store. Proprio per questo devi rendere l’esperienza di shopping il più semplice possibile. Fai sì che il cliente abbia tutte le informazioni necessarie per completare l’acquisto e che il processo sia veloce e semplice.

Una volta che hai migliorato l’esperienza di shopping, l’ottimizzazione per i dispositivi mobili, la SEO e tutto il resto, è il momento di testare. Il Black Friday e il Cyber Monday sono due occasioni uniche per moltiplicare le tue vendite. Se vuoi buttarti nella mischia dovrai farlo in modo giusto. Questo significa che non ti puoi permettere problemi e blocchi dello store a causa dell’incremento di traffico. Altrimenti non solo perderai la possibilità di convertire una volta quegli utenti, ma anche di farli diventare clienti fedeli al tuo brand.

Accedi come un utente o chiedi aiuto ad un amico. Passa in rassegna il tuo intero sito e il processo di acquisto per controllare che tutto funzioni perfettamente. Se vuoi aumentare traffico e vendite, devi curare UX e UI a livello maniacale.

Per coinvolgere e catturare l’attenzione dei tuoi utenti ti consiglio di utilizzare i video: funzionano meglio di qualsiasi altro contenuto e proprio per questo dovresti utilizzare una strategia di video marketing per promuovere il tuo brand. 

Oppure potresti includere un’immagine, a patto che sia pertinente e di alta qualità. Se fornisci un’immagine statica deve rappresentare al meglio ciò che vuoi vendere: taglia gli spazi bianchi intorno ai bordi dell’immagine e assicurati che l’immagine sia visivamente accattivante e di buona qualità.

#5: Pianifica Campagne e Promozioni

L’obiettivo è riuscire a dare ai tuoi clienti qualcosa che non daresti il resto dell’anno, quindi parti dall’analisi del mercato di riferimento, dalle offerte già presenti ecc. I meccanismi di base del Pay-Per-Click non cambiano magicamente in queste poche giornate di super sconti. A cambiare, semmai, sono le condizioni del mercato. Con l’avvicinarsi di dicembre, il volume di utenti che cerca prodotti online aumenta, l’intento di chi cerca è più vicino all’acquisto e i competitor sono più agguerriti che mai.

Perciò inizia il prima possibile perchè nel periodo “black week” si alzano tantissimo i costi di traffico e conversione e inoltre, una volta convertiti gli utenti, puoi più facilmente iniziare a pensare a delle offerte personalizzate per loro e stabilire quindi relazioni di fiducia. Utilizzare la personalizzazione per il Black Friday significa creare offerte e coupon per i prodotti che i tuoi clienti desiderano. Se vuoi massimizzare il ritorno, ricordati di segmentare la clientela attraverso una matrice RFM.

Questo significa che devi pianificare e schedulare le tue campagne per il futuro. In altre parole devi iniziare a pensare ai copy, agli annunci, ai banner, alle email (anche quelle per chi abbandona il carrello) e a qualsiasi altro contenuto tu voglia usare. 

#6: Crea una Strategia web marketing multicanale 

Devi creare una strategia di comunicazione allineata su ogni canale, inclusi social media, sito web, Google ads, mobile, email, ecc.

I social media sono la piattaforma più conveniente per pubblicizzare promozioni e garantire che raggiungano il pubblico giusto. Oltre a lanciare promozioni, puoi sfruttare i Social Network per distribuire contenuti a tema natalizio che mettano il tuo marchio al centro dell’attenzione.

Se conosci i tuoi canali di social media saprai, per esempio, quali convertono meglio per le promozioni delle vacanze e anche quali ricevono il maggior coinvolgimento per concorsi e invii di contenuti generati dagli utenti.

Un sondaggio ha rilevato che il 75% degli utenti intraprenderà un’azione dopo aver visto il post di un marchio su Instagram, mentre Pinterest è più efficace del 30% nel generare vendite.

È stato riscontrato che la pubblicità su svariati siti Web aumenta la notorietà e la consapevolezza del brand. Puoi anche sfruttare i siti di social media per creare video personalizzati che mostrano i vantaggi del tuo prodotto. Presenta contenuti generati dagli utenti che mostrano i follower che utilizzano i tuoi prodotti e creano ricompense per il coinvolgimento o condivisioni con promozioni di prodotti su siti di social media selezionati. Ad esempio, puoi includere la frase “Retweet questo post per avere la possibilità di uno sconto del …” per aumentare il coinvolgimento degli utenti.

Infine, un canale di cui non puoi non tenere conto quest’anno è l’email marketing. L’email marketing presenta un ROI più elevato rispetto a qualsiasi altro canale di marketing e ti aiuterà anche a compilare elenchi di segmenti di pubblico e profili che sceglierai come target con le promozioni dei prodotti per questo Black Friday.

#7: Usa i tracking pixel e fai retargeting

Il retargeting, noto anche come remarketing, è una forma di pubblicità online che può aiutarti a mantenere il tuo marchio visibile agli utenti che hanno lasciato il tuo sito web. Per la maggior parte dei siti Web, solo il 2% del traffico Web viene convertito alla prima visita. Il retargeting è uno strumento progettato per aiutare le aziende a raggiungere il 98% degli utenti che non convertono subito.

Il remarketing è così efficace perché concentra la tua spesa pubblicitaria su persone che hanno già familiarità con il tuo marchio e hanno recentemente dimostrato interesse. Ecco perché la maggior parte dei professionisti del marketing che lo utilizzano vede un ROI maggiore rispetto alla maggior parte degli altri canali digitali.

E vuoi sapere cosa la rende ancora più potente? 

È la personalizzazione, ovvero offrire sconti su prodotti che già interessano loro.

#8: Aumenta l’AOV

L’ordine medio del carrello anche detto AOV (Average Order Value) è un indice fondamentale per il tuo business. Rappresenta l’ammontare medio della spesa dei tuoi utenti.

Durante il Black Friday e il Cyber Monday puoi incrementare questo numero per vedere i tuoi guadagni aumentare di molto.

Ecco le strategie che puoi utilizzare:

  • Upselling
    Con questa tecnica puoi spingere un cliente a comprare un prodotto extra oppure una versione migliore del prodotto che hanno messo nel carrello;
  • Cross-selling
    Significa vendere ai tuoi utenti un prodotto extra di prezzo minore e connesso al prodotto che stanno comprando;
  • Bundling
    Significa raggruppare insieme più prodotti insieme, ad un prezzo conveniente, minore dei prezzi individuali dei prodotti;
  • Order bumps
    Si tratta di tecniche che ti permettono di aumentare il valore del carrello proprio al momento del checkout, proponendo ai clienti di aggiungere un prodotto in più con un semplice click.

#9: Crea urgency and scarcity

L’ottimizzazione delle conversioni è molto più delle dimensioni dei pulsanti, dei colori dei caratteri e degli inviti all’azione sfrigolanti. Riguarda anche la psicologia interiore dell’utente, nota come “customer psychology”. La psicologia è fondamentale per l’acquisizione del traffico e l’ottimizzazione della conversione e la psicologia dell’urgenza e della scarsità funzionano davvero e anche bene. Le persone tendono ad agire rapidamente quando un problema è abbastanza importante. Le persone tendono a comprare quando qualcosa è abbastanza scarso. Queste due tecniche cambiano il comportamento del consumatore nei confronti della domanda e dell’offerta, due elementi costitutivi economici fondamentali.

Gli acquirenti fanno ciò che il loro istinto dice loro di fare: agire immediatamente su ciò che è importante (urgenza) e acquisire ciò che è limitato (scarsità).

Esempio di urgency
Esempio di urgency
Esempio di scarcity

#10: Distinguiti

Non dimenticare di premiare i tuoi utenti: se il tuo Black Friday serve a premiare, a regalare qualcosa ai tuoi clienti, allora la forma migliore con cui comunicarlo è proprio quella del premio, del dono, del riconoscimento.  Con questo obiettivo, ad esempio, puoi pensare anche di comunicarlo un po’ prima ai tuoi clienti: con un messaggio, un cartello in negozio o una newsletter dedicata.

Il contesto comunicativo è decisamente affollato e il pubblico sarà subissato di messaggi dei vari Black Friday perciò libera la tua creatività e valorizza il più possibile ciò che offri ai tuoi utenti.

Per rendere il proprio messaggio (sul web soprattutto) più particolare e unico non bisogna necessariamente cambiare la formula, basta cambiare qualche addendo. O meglio, non serve inventare un Black Friday a dicembre oppure allungarlo facendolo durare per una settimana, meglio puntare a differenziarsi mantenendo la sostanza. Questa operazione si può fare sia dal punto di vista solo formale, sia da quello del contenuto, oppure puntando ad una comunicazione mirata che unisca al meglio i due elementi.

Alcuni esempi di annunci originali:

Esempio contrasto di colore 
Esempio di annunci che puntano sull’umorismo
Esempio di annunci che puntano sull’umorismo
Esempio di annunci per la sensibilizzazione di alcuni temi, come l’inquinamento globale

Conclusioni

Abbiamo visto e illustrato alcune tecniche SEO e di web marketing che possono aiutare notevolmente a incrementare i ricavati dal tuo ecommerce in occasione di Black Friday e Cyber Monday. Ricordiamoci però che queste date sono solo la cosiddetta “ciliegina sulla torta” per il tuo business, quindi non perdere tempo e mettiti al lavoro fin da subito. Contattaci per rendere performante il tuo sito tutti i giorni dell’anno!

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbe Interessarti

Nadia Righini
Laureata in Design di Prodotto e con una passione per il web marketing. Nello specifico ama il mondo della grafica. Può assomigliare ad Alice nel Paese delle Meraviglie per svariati motivi, tra i quali pensa che tutto sia possibile a patto di crederci veramente!
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Vuoi migliorare la tua strategia di web marketing?

contatta uN CONSULENTE marketing di neting

Ecco la tua checklist

Ci sei quasi, ti stiamo inviando la tua checklist editabile. Compila il form qui sotto. Grazie!

Checklist Sito Web Popup